giovedì 27 maggio 2021

IL MIO PIC NIC AMERICAN STYLE PER IL CLUB DEL 27

Di Vittoria



Siamo a fine maggio, fra poco sarà estate e la voglia di stare all'aperto aumenta di giorno in giorno. 

Quest'anno passato con restrizioni di movimento la sentiamo ancora più forte, le norme igieniche ribadiscono che stare all'aperto è più sano e allora ogni occasione è buona per uscire a respirare aria fresca e pulita.

Per ora il clima non ci sta aiutando molto, ma smetterà presto di piovere e l'aria tiepida renderà piacevole incontrare gli amici e pranzare insieme su un bel prato, fra i fiori profumati o in un giardino, in un parco, in spiaggia.








E allora cosa aspettiamo a organizzare un bel Picnic?





Picnic, un pranzo, un brunch o una merenda informali, allegri e colorati per rendere perfetta la giornata in compagnia. Cibi adatti ad essere trasportati, ma dimenticatevi panini asciutti, pizza fredda e riso in insalata scondito.

Noi del Club del 27 di MTChallenge oggi vi proponiamo tantissime idee nuove nello stile degli Stati Americani del Sud.
Piatti colorati e saporiti, molto originali e allegri. Tutte le ricette sono tratte da un libro speciale, The Outdoor Table, di April Mckinney. Ne abbiamo provate parecchie per voi. 
Le trovate QUI su MTChallenge 

Tessera n.19


Una curiosità: sapete perchè si chiama Picnic?

Il termine picnic entra in italiano dall’inglese nel primo ventennio dell’Ottocento, ma è a sua volta un prestito, che gli inglesi hanno adattato nella grafia sulla base della pronuncia sulla base del francese piquenique, da piquer (rubacchiare) e nique (bazzecola)
Come è chiaro dall’etimologia, si tratta di qualcosa di piccolo che spizzichiamo, e l’usanza si diffonde a partire dal 1800, quando le scampagnate e i pasti all’aria aperta diventano una moda. Inizialmente si tratta di eventi piuttosto mondani, in cui gli ospiti portano ciascuno un proprio contributo per arricchire la tavola, e non si svolge necessariamente all’aperto. Oggi al picnic colleghiamo invece proprio l’idea della scampagnata, tant’è che in italiano si è esteso ad indicare l’uscita fuori porta stessa. Da Unaparolaalgiorno.it




Per voi ho scelto di servire in giardino, per 6 persone, un menù completo dall'aperitivo al dolce per un pranzo gustoso, ma abbastanza leggero.
Tutte le ricette tratte da The Outdoor Table.
In capo a ogni ricetta ho riportato il commento dell'autrice, le mie
 modifiche nelle note in fondo a ogni ricetta.

MENU'

Cocktail "In alto i calici" alla birra, ginger ale e lamponi
Dip Pimento cheese e noci pecan con bastoncini di sedano
Muffin di mais al miele
Bocconcini di pollo in crosta di pecan con salsa di senape e sciroppo d'acero
Insalata del sole con carote, ananas e cranberry
Plum cake grigliato con panna e frutti di bosco


COCKTAIL “RAISE YOUR GLASS”
BIRRA, GINGER ALE E LAMPONI

Questo cocktail leggero potrebbe far cambiare idea a chi non apprezza la birra. I lamponi e il succo di lime aggiungono un sapore fruttato e aspro, mentre la birra e il ginger ale addolciscono la bevanda e la rendono frizzante. Un bicchiere fresco di questa miscela è proprio ciò di cui hai bisogno in un caldo picnic estivo.

Per 6 persone

1 lime diviso in 8 pezzi 1 lime a fettine 200 g di lamponi freschi 4 lattine da 330 ml di birra chiara leggera 1 litro di ginger ale Mettete i pezzi di lime e i lamponi in una brocca e pestateli con un cucchiaio di legno. Versate lentamente la birra e il ginger ale nella caraffa in modo che l'effervescenza rimanga al minimo. Aggiungete le fette di lime e i lamponi interi, mescolate delicatamente e servite ben freddo. Nota: La poltiglia di frutta pestata nella brocca non è bella a vedersi. Procedete aggiungendo alla frutta pestata metà dei liquidi, lasciate in infusione una mezzora, poi filtrate tutto, aggiungete il resto del ginger ale, della birra, qualche fettina di lime e qualche lampone intero decorativi.

DIP AL PIMENTO CHEESE E NOCI PECAN

Non c’è nulla di più caratteristico degli Stati Uniti Meridionali del Pimento cheese e delle noci pecan. Non ci sono molti ingredienti in questa semplice ricetta, quindi spendete un po' di più per acquistare i migliori. Grattugiare il  formaggio e tostare le noci pecan sono piccoli accorgimenti che renderanno speciale questo piatto.

Per 6-8 persone

100 g di noci pecan 150 g di formaggio spalmabile ammorbidito 100 g di maionese 250 g di formaggio cheddar piccante (emmental, provolone) sminuzzato 3 cucchiai di peperoni arrostiti (o conservati al naturale) a piccoli dadini ¼ di cucchiaino di sale ¼ di cucchiaino di pepe nero macinato Crackers tipo ritz o bastoncini di sedano, per servire

Mettete le noci pecan in una padella asciutta a fuoco medio. Cuocete per 5-6 minuti, saltandole di tanto in tanto, fino a quando saranno tostate e fragranti, poi tritatele. Mettetene da parte 2 cucchiai da spolverare sulla salsa finita. Mettete la crema di formaggio in una grande ciotola e montatela con uno sbattitore elettrico fino a renderla leggera e spumosa. Aggiungeteci il formaggio tritato, la maionese, i peperoni, il sale e il pepe finché non saranno ben amalgamati. Incorporate anche le noci pecan. Versate la salsa in una ciotola, coprite e conservate in frigorifero. Cospargere le noci pecan tenute da parte e servite con i crackers o il sedano.


MUFFIN DI MAIS AL MIELE

I muffin di mais sono un complemento indispensabile di un barbecue. Questi muffin sono addolciti dal miele e perfetti da inzuppare con i succhi avanzati nel piatto.

Per 6 persone - 12 muffin

Spray staccante 160 g di farina di mais gialla fioretto 120 g di farina 0 1 cucchiaino di lievito in polvere ½ cucchiaino di sale 240 ml di latte intero 2 uova grandi 60 g di burro fuso 100 g di miele

Preriscaldate il forno a 180 °C. Spruzzate uno stampo per muffin da 12 con lo staccante. In una grande ciotola mescolate farina di mais, farina, lievito e sale. In una ciotola media sbattete insieme latte, uova, burro, zucchero e miele. Aggiungete i liquidi alle farine e mescolate solo finchè tutta la farina sarà incorporata, non importa se resta qualche grumo. Riempite con la pastella i 12 scomparti per muffin e infornate per 16-18 minuti, finché non diventeranno dorati e sodi. Nota: Nella ricetta originale ci sono 50 g di zucchero e 85 di miele. Ho eliminato lo zucchero e aumentato a 100 i grammi di miele. Ho utilizzato la farina di mais fioretto (nella ricetta non è specificato quale tipo) e la consistenza è risultata un po' sabbiosa. Proverò con quella ancora più fina, di provenienza sudamericana.


BOCCONCINI DI POLLO IN CROSTA DI PECAN
CON SALSA DI SENAPE D'ACERO

Quando i miei nonni parlano dei loro ricordi di potlucks* in chiesa all'aperto, ricordano che le loro madri portavano sempre pollo fritto fatto in casa. Non importava che non fosse bollente; il pollo fritto faceva sempre parte del picnic. Al giorno d'oggi le crocchette di pollo sembrano essere l'alimento base, quindi questa è la mia versione semplice del pollo croccante che è delizioso servito caldo o a temperatura ambiente. *incontro comune in cui ogni ospite o gruppo contribuisce con un piatto di cibo diverso, spesso fatto in casa, da condividere. 

Per 6 persone

Per i bocconcini di pollo Spray staccante 700 g di petto di pollo, tagliato in bocconcini da 5 cm (2 inch) 70 g di farina per tutti gli usi 2 uova grandi 120 g di noci pecan tritate finemente 120 g di pangrattato panko 1 cucchiaino di sale 1 cucchiaino di pepe nero macinato Olio extravergine di oliva Per la salsa alla senape e sciroppo d'acero 2 cucchiai di miele 2 cucchiai di sciroppo d'acero 1 cucchiaio di senape di Digione ½ cucchiaino di peperoncino in polvere ¼ di cucchiaino di sale Preriscaldate il forno a 180 °C. Posizionate una griglia a maglie fitte su una teglia e spruzzatela con lo staccante. Mettete i bocconcini di pollo in una ciotola, aggiungete la farina e mescolate finché il pollo non sarà ben infarinato, poi setacciate per eliminare l’eccesso di farina. In un piatto battete le uova con il sale e in un altro mescolate le noci, il panko e il pepe. Immergete pochi pezzi per volta nell'uovo, quindi passateli nella miscela di noci e pane, ricoprendoli completamente. Ripetete per tutti i bocconcini. Mettete il pollo sulla griglia, assicurandovi che i pezzi non si tocchino, e spruzzate abbondantemente con l’olio. Cuocete il pollo per 12-15 minuti, finché non sarà dorato e ben cotto. Preparate la salsa mescolando, in una piccola ciotola, il miele, lo sciroppo d'acero, la senape, il peperoncino in polvere e il sale. Servite la salsa insieme ai bocconcini di pollo con stecchini o forchettine di legno per servirsi.

Nota: Se non avete una griglia potete usare la teglia foderata con carta da forno, girando i bocconcini di pollo a metà cottura.

INSALATA DEL SOLE
DI CAROTE ANANAS E CRANBERRY

Questa insalata colorata e allegra ravviverà qualsiasi tavolo da picnic. Tradizionalmente è fatta con l'uvetta, ma penso che i mirtilli gli diano un bel sapore e un tocco di colore rosso. Per 6-8 persone

450 g di carote sminuzzate 250 g di ananas al naturale scolato, tagliato a bocconcini 60 g di cranberry secchi 100 g di maionese 2 cucchiai di succo d'arancia fresco ¼ di cucchiaino di sale

In una insalatiera mescolate insieme le carote, l'ananas e i cranberry. In una piccola ciotola sbattete insieme la maionese, il succo d'arancia e il sale. Versate il condimento sulla miscela di carote e mescolate bene fino a quando tutto sarà ben condito. Mettete in frigorifero l'insalata fino al momento di servire.

PLUMCAKE GRIGLIATO
CON FRUTTI DI BOSCO ALLO CHAMPAGNE

Questo è un dolce casalingo con un tocco sofisticato. Semplici fette di plumcake, spalmate di burro e grigliate, arricchite dai migliori frutti di bosco che troverete.

Per 6 persone

300 g di lamponi, more, mirtilli o altri frutti di bosco misti 4 cucchiai di zucchero 250 ml di champagne o prosecco 250 ml di panna da montare 1 plumcake pronto da 450 g, semplice o con frutta candita 60 g di burro fuso

Mettete i lamponi e le more in una ciotola media e conditeli con 2 cucchiai di zucchero. Versate lo champagne sui frutti di bosco e conservate in frigorifero per 30 minuti. Montate la panna, in una ciotola capiente, con lo sbattitore elettrico, fino a quando non si formeranno punte morbide. Aggiungete i restanti 2 cucchiai di zucchero e continuate a sbattere fino a quando lo zucchero non si sarà amalgamato. Conservate in frigorifero la panna montata fino al momento di servirla. Tagliate il plumcake a fette da 2 cm. Riscaldate la griglia a fuoco medio-alto. Spennellate le fette di torta con il burro fuso e grigliatele per circa 2 minuti per lato, finché non si formeranno i segni della griglia. Togliete le fette di torta dalla griglia e guarnitele con i frutti di bosco e la panna montata.



Stampa il post

martedì 27 aprile 2021

IL MIO AGNELLO SPEZIATO CON ALBICOCCHE, PISTACCHI, MENTA E ORZO PER IL CLUB DEL 27

Di Vittoria


Per l'appuntamento mensile di questo mese di Aprile noi del Club del 27 di MTChallenge abbiamo sfogliato per voi un libro dedicato alla cucina "Tutto in teglia", “The roasting tin” di Rukmini Yver, che raccoglie ricette veloci, semplici, gustose di ogni tipo, dolci compresi, da fare nella teglia del forno.


Un libro che vale la pena di avere, ricchissimo di idee per risolvere una cena, un pranzo fra amici, una festa, cucinando tutto in una teglia, in forno, mentre voi potete fare altro. 


Tessera n.19

Fra le tante ricette golose che trovate oggi su MTChellenge, p
er voi ho provato una ricetta di agnello con profumatissime spezie magrebine, addolcite dalle albicocche secche e completato dall'orzo perlato, che nella cottura in teglia assorbe tutto il sapore dell'agnello cotto a fuoco lento, mentre il succo di limone e la menta regalano freschezza. È ancora meglio riscaldato il giorno successivo.



AGNELLO SPEZIATO CON ALBICOCCHE, PISTACCHI, MENTA E ORZO

Ricetta tratta da “The roasting tin” di Rukmini Yver 

Per 4 persone – Teglia 25x25

4 bistecche di coscia di agnello, circa 600 g
2 cucchiai di olio d'oliva
2 cucchiaini di Ras el hanout*
Sale marino e pepe nero appena macinato
4 spicchi d'aglio schiacciati
200 g di albicocche secche
2 cipolle rosse tagliate a fettine sottili
150 g di orzo perlato sciacquato
350 ml di brodo di pollo
30 g di pistacchi tritati grossolanamente
1 manciata di menta fresca tritata
Il succo di ½ limone 


Preriscaldate il forno a 170 °C.
Mescolate l'olio d'oliva, il ras el hanout, 1 cucchiaino di sale marino e metà dell'aglio, strofinate bene le bistecche con questa miscela e mettetele da parte a insaporirsi. Mescolate insieme i pistacchi e la menta.
In una teglia unite le albicocche secche, le cipolle rosse, l'aglio rimasto, l'orzo perlato e il brodo di pollo. Disponete sopra le bistecche di agnello speziate, coprite bene la pirofila con un foglio di alluminio, fate due o tre buchini per il vapore, quindi mettete in forno caldo e cuocete per 1 ora. Successivamente togliete la carta stagnola e lasciate 6-10 minuti sotto il grill alla massima potenza per far dorare la carne.
A cottura ultimata assaggiate l'orzo perlato e condite a piacere con sale, pepe e succo di limone.
Fate riposare per 10 minuti dopo che la pirofila è uscita dal forno, poi cospargete i pistacchi e la menta sull'agnello e l'orzo perlato e servite ben caldo. 

Note:

-Ho ridotto a 200 g la dose di albicocche (nell'originale sono 250 g) e le ho trovate già abbondanti. Le ho lasciate intere, come indicato, ma ritengo sia meglio tagliarle in due o tre pezzi.

-A fine cottura ho tolto la carta stagnola e ho lasciato pochi minuti sotto il grill a colorire

-L'aggiunta di succo di limone alla fine è fondamentale per l'equilibrio dei sapori

-Ras el hanout è una miscela di spezie tipica del Magreb, di cui esistono infinite composizioni più o meno ricche. La formulazione base comprende: cumino, cannella, curcuma, pepe, zenzero, noce moscata e spesso vengono aggiunti boccioli di rosa decorativi.

 


Stampa il post

venerdì 26 marzo 2021

Le mie Korean steamed eggs e la Egg drop soup per il Club del 27

 Di Vittoria


Anche Marzo sta per finire 
ed eccoci al consueto appuntamento con il Club del 27 di MTCHallenge.

Tessera n. 19


Questa volta parliamo di UOVA e dei mille modi per cucinarle. Le ricette sono tratte dal libro All about eggs di Rachel Khong, un giro del mondo sulle preparazioni delle uova. Ne abbiamo sperimentate molte, potete trovarle tutte sulla pagina di oggi di MTChallenge

Io ho provato per voi DUE ricette di origine asiatica, un semplice uovo cotto a vapore, ma aromatizzato da una salsa saporita e olio di sesamo e una famosa zuppa cinese gustosa e leggera. Entrambe le ricette sono velocissime da preparare e daranno un tocco di novità ad un semplice uovo.


KOREAN STEAMED EGGS - UOVA AL VAPORE COREANE


Per 2 persone - cottura a microonde o vapore

3 uova
½ tazza di acqua
2 scalogni, affettati
1 cucchiaio di salsa di pesce
½ peperoncino jalapeño, tritato finemente (facoltativo)
1 cucchiaino di olio di sesamo

Sbattete leggermente le uova in una ciotola adatta al microonde. Aggiungete mescolando l'acqua, lo scalogno, la salsa di pesce e il jalapeño, se utilizzato.
Cuocete alla massima temperatura (1000 W) per 3 minuti e mezzo. controllate il centro con un cucchiaio o una bacchetta per vedere se è ancora liquido. In tal caso, cuocete per un altro minuto.
In alternativa, per cuocere a vapore utilizzando ciotole adatte alla cottura.
Mettete le ciotole in un cestello per la cottura a vapore e fate sobbollire a fuoco medio per circa 15 minuti. Condite con poche gocce di olio di sesamo e servite.


EGG DROP SOUP - ZUPPA CON UOVO STRACCIATO


Per 4 persone

1,2 l di brodo di pollo
2 cipollotti verdi, tritati, parti verdi e bianche separate
1 fetta da 3 cm di zenzero fresco
1 cucchiaino di pepe bianco in grani
sale
1 cucchiaio di amido di mais sciolto in 1 cucchiaio di acqua fredda
3 uova sbattute

Unite il brodo di pollo, i bianchi di cipollotto, lo zenzero e i grani di pepe in una casseruola e portate a ebollizione a fuoco medio. Abbassate la fiamma e cuocete a fuoco lento finché il brodo si sarà aromatizzato, circa 20 minuti.
Filtrate e rimettete il brodo nella pentola, riportate a ebollizione e aggiustate di sale.
Versate la miscela di amido di mais nel brodo mentre mescolate e fate sobbollire mescolando, in modo che il brodo si addensi. Abbassate la fiamma e versate l'uovo nella pentola in tre o quattro riprese, mescolando delicatamente. Appena l'uovo rappreso viene a galla, togliete dal fuoco e suddividete nelle ciotole. Cospargete con il verde del cipollotto tritato e servite.


Stampa il post

venerdì 26 febbraio 2021

LA MIA BIM'S YEAST CAKE PER IL CLUB DEL 27

Di Vittoria


Eccoci al consueto appuntamento mensile con MTCallenge, il Club del 27


Tessera n.19


Per questo mese di Febbraio noi del Club del 27 vi facciamo conoscere parecchie ricette tratte da un libro molto bello. Fruit Cake di Jason Schreiber. Lui è uno dei più noti e influenti food stylist di New York, da tempo collaboratore di Martha Stewart. Jason ha voluto ridare lustro ad un tipo di dolce relegato al ruolo di dessert natalizio della tradizione. Ha mescolato un pochino le carte, aggiunto ingredienti e rivisitato alcuni classici con ottimi risultati.


Fra le tante ricette ho scelto di proporvi un dolce che farà un figurone sulla vostra tavola, una brioche arrotolata ripiena di frutta secca e fresca, che potrete variare con le stagioni.



Ecco la

BIM’S YEAST CAKE
da "Fruit Cake" di Jason 
Schreiber

Per 12 a 14 porzioni, teglia profonda a ciambella da 26 cm di diametro

Per il lievitino (Sponge)
250 ml di latte intero, riscaldato a 35 °C
28 g di lievito di birra fresco (o 14 g di lievito di birra essicato)
140 g di farina
Per l' impasto
Il lievitino
225 g di burro non salato ammorbidito
100 g di zucchero semolato
2 uova grandi
570 g di farina 00, più quella aggiuntiva per spolverare
1 cucchiaino di sale
Per la farcitura e il montaggio
Pan Goo* per ungere la teglia o burro e farina
100 g di zucchero semolato
2 cucchiaini di cannella in polvere
125 g di mirtilli freschi (1 vaschetta)
1 cucchiaio scarso di farina 00
50 g di burro non salato, sciolto, più altro per spennellare sopra
140 g di mirtilli o cranberry secchi
30 g di noci pecan tostate e finemente tritate
1 uovo grande
1 pizzico di sale
granella di zucchero (o zucchero perlato) per spolverare
Per la glassa
100 g di zucchero a velo
1 cucchiaio di succo di limone
acqua fredda


Preparate il lievitino:
in una ciotola media, sbattete insieme il latte e il lievito. Incorporate la farina con un cucchiaio di legno e lasciate riposare circa 20 minuti, fino a quando sul composto compariranno molte bollicine.

Preparate l'impasto: nella ciotola dell’impastatrice sbattete il burro e lo zucchero semolato con la foglia, a velocità media, fino a renderlo leggero e spumoso, da 3 a 5 minuti. Staccate ogni residuo dalle pareti della ciotola aiutandovi con una spatola di gomma.
Aggiungete le uova, una alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta. Raschiate ancora le pareti della ciotola e aggiungete la farina e il sale.
Mescolate a bassa velocità fino a quando si formerà un composto sbriciolato. Raschiate ancora una volta le pareti della ciotola, poi montate il gancio e aggiungete il lievitino. Impastate a velocità medio-bassa finché l'impasto non si raccoglie attorno al gancio e pulisce completamente i lati della ciotola, circa 10 minuti. 
Aiutandovi con la spatola trasferite l'impasto su una superficie leggermente infarinata e formate una palla.
Trasferite in una ciotola grande imburrata, coprite e lasciate lievitare in un luogo caldo fino al raddoppio, circa 1 ora e mezza.
Farcitura e cottura: Spennellare generosamente la teglia con il Pan Goo* (oppure imburrate e infarinate) e metterla da parte.
In una piccola ciotola mescolate lo zucchero semolato e la cannella.
In un'altra piccola ciotola mescolate i mirtilli freschi con la farina, poi setacciate per eliminarne l'eccesso.
Aiutandovi con le mani infarinate, trasferite l’impasto su una superficie anch’essa infarinata, spolverate di farina anche sopra, allargatelo delicatamente, poi stendetelo in un rettangolo di 35x45 cm, con un lato lungo rivolto verso di voi. Spennellate abbondantemente di burro fuso e cospargete in modo uniforme con lo zucchero alla cannella, i mirtilli freschi e secchi e le noci pecan. Lasciate senza ripieno una striscia di 1,5 cm lungo i lati lunghi. 
Partendo dal lato lungo, arrotolate l'impasto strettamente, sollevando e tirando l'impasto per racchiudere tutto il ripieno. Sigillate bene. Sollevate delicatamente il rotolo di impasto e sistematelo nella teglia preparata, con la chiusura rivolta verso il basso e unendo le estremità. Se fosse troppo lungo, tagliate via le due estremità, otterrete due girelle che potete imburrare, decorare e cuocere a parte.
Spennellate tutto con il burro rimasto. Coprite la teglia e mettete in un luogo caldo a lievitare fino al raddoppio, circa 1 ora.
Almeno 30 minuti prima della cottura, preriscaldate il forno a 180 °C con una griglia nella metà inferiore del forno.
Terminata la lievitazione, spennellate la parte superiore del dolce con l’uovo leggermente sbattuto con il sale, poi spolverate abbondantemente con lo zucchero perlato o la granella. Con le forbici praticate dei tagli in sbieco di circa 2,5 cm di profondità.
Cuocete fino a quando la torta diventa di un colore marrone dorato intenso e soda al tatto, circa 60-70 minuti. Misurazione della temperatura al cuore con il termometro a sonda 93 °C.
Trasferite la teglia su una gratella, lasciate riposare la torta nella teglia per 15 minuti, poi giratela con cura, togliete la teglia e capovolgetela di nuovo sulla griglia per farla raffreddare completamente.
Preparate la glassa: in una piccola ciotola, sbattete insieme lo zucchero a velo con il limone. Continuate aggiungendo 1 cucchiaino acqua alla volta fino a formare una glassa semiliquida che copre il dorso di un cucchiaio. Cospargete la torta in fili diagonali e lasciate asciugare. Per affettarla utilizzate un coltello seghettato.
Conservazione Questa torta è migliore il giorno in cui è cotta, ma può essere conservata in un contenitore ermetico a temperatura ambiente per un massimo di 2 giorni.

Pan Goo - miscela per ungere le teglie
Per circa 110 g (¾ cup)

65 ml (¼ cup) di olio neutro
45 g (⅓ cup) di farina
In un piccolo contenitore con un coperchio, sbattete l'olio e la farina insieme fino ad amalgamarli. Utilizzatelo sulle teglie al posto della carta da forno o dello spray da cucina. Si conserva in frigo per un paio di settimane.






Stampa il post

mercoledì 27 gennaio 2021

LA MIA MANHATTAN CLAM CHOWDER PER IL CLUB DEL 27

 Di Vittoria


A Gennaio, l'appuntamento con il Club del 27 vi regala una ricchissima selezione di zuppe ricche e saporite, che non hanno nulla a che fare con il concetto triste di "minestrina" da malati. 

Sono arricchite con spezie, erbe, legumi, carne, pesce o verdure e rappresentano un pasto completo, nutriente, ma leggero, ideale per riprendersi dagli stravizi delle feste. 


Tessera n.19


Noi instancabili del Club del 27 le abbiamo provate per voi, le trovate tutte oggi sulla pagina di MTChallenge 

Io ho provato per voi una classica zuppa nordamericana, La Manhattan Clam Chowder, una meravigliosa zuppa di vongole con pancetta, patate e pomodoro, profumata con erbe e peperone, da servire con fette di pane casereccio e un buon vino bianco aromatico.

MANHATTAN CLAM CHOWDER – ZUPPA DI VONGOLE
Da  All-time best soups – Cook’s illustrated: La nostra zuppa di vongole Manhattan è migliore della maggior parte delle versioni perché prevale il sapore delle vongole. Usiamo una quantità maggiore di vongole rispetto alle versioni comuni e il loro brodo di cottura naturale per bilanciare il sapore dominante dei pomodori e delle altre verdure. Se dovete riscaldare la zuppa, non fatela bollire o le vongole diventeranno gommose.

Per 8 persone

3,6 kg di vongole grandi, già spurgate
200 g di bacon, circa 2 fette spesse 5 mm, tagliato a dadini
1 cipolla grande tritata finemente
1 peperone rosso piccolo pulito e tritato finemente
1 carota sbucciata e tritata finemente
1 costa di sedano tritata finemente
4 spicchi d'aglio tritati finemente
1 cucchiaino di origano essiccato
½ bicchiere di vino bianco secco
600 g di patate gialle, non farinose, sbucciate e tagliate a dadini da 5 mm
1,4 l di brodo di vongole filtrato
1 foglia di alloro grande
1 lattina da 400 g di polpa di pomodoro a cubetti
Sale e pepe
Olio extravergine di oliva
2 cucchiai di erba cipollina fresca tritata o prezzemolo


Versate le vongole in una pentola ampia che abbia un coperchio pesante, aggiungete un dito di acqua sul fondo, chiudete con un coperchio, portate a ebollizione e lasciate cuocere, scuotendo la pentola ogni tanto, finchè le vongole non saranno tutte aperte. 
Estraete le vongole dal loro brodo, sgusciatene la maggior parte, conservandone 24 con il guscio per decorare la zuppa, e mettetele tutte da parte, in caldo.
Filtrate il brodo delle vongole, misuratelo e aggiungete acqua fino ad arrivare a 1,4 litri.




Riprendete la pentola delle vongole (assicuratevi che non ci siano residui di sabbia o gusci rotti), versateci dentro i pezzetti di bacon e cuocete a fuoco medio fino a renderlo croccante, circa 5 minuti. Aggiungete il trito di cipolla, peperone, carota e sedano, riducete la fiamma al minimo, coprite e cuocete finché non si ammorbidisce, circa 10 minuti. Aggiungete l'aglio e l'origano e rosolate fino a renderli fragranti, circa 1 minuto.
Bagnate con il vino e alzate la fiamma facendo sfumare finché non si ridurrà della metà, circa 2-3 minuti. Aggiungete le patate, la foglia di alloro e il brodo di vongole tenuto da parte. Portate a ebollizione, riducete la fiamma a un livello medio-basso e cuocete a fuoco lento finché le patate non sono tenere. Schiacciate alcune patate contro il lato della pentola per addensare leggermente la zuppa. Aggiungete i pomodori e cuocete a fuoco lento ancora per 10 minuti. Togliete dal fuoco, scartate la foglia di alloro, incorporate le vongole sgusciate e condite con sale e pepe a piacere. Aggiungete le vongole con il guscio, condite con un filo di olio extravergine a crudo, decorate con l’erba cipollina o il prezzemolo e servite con fette di pane casereccio.






Stampa il post

venerdì 27 novembre 2020

I MIEI SHORTBREAD MIRTILLI E NOCI PECAN PER LO SWAP DEL CLUB DEL 27

Di Vittoria


Ritorna l'appuntamento mensile con il Club del 27 e torniamo in tanti a proporvi dolcissime idee da realizzare per Natale, per esprimere il nostro affetto agli amici più cari, che forse quest'anno non riusciremo ad avere materialmente alla nostra tavola, ma che avremo vicini nel cuore. 
Troverete le nostre tantissime dolci proposte oggi su MTChallenge


Tessera n.19

Tutti quanti siamo un po' frastornati da questa situazione di emergenza; la brusca interruzione delle nostre abitudini, del lavoro, dello studio, degli abituali spostamenti, delle relazioni sociali, ci fa vivere un costante clima di ansia e incertezza, di isolamento e solitudine a cui bisogna assolutamente reagire, certi che presto torneremo ad abbracciarci.

Per mitigare il dispiacere di non poter incontrare materialmente le persone a cui siamo legati, abbiamo pensato che scegliere una ricetta di biscotti da proporvi non fosse sufficiente per scaldare i nostri cuori e i vostri. Così abbiamo deciso di fare uno SWAP, uno scambio di biscotti in cui ognuno di noi ha ricevuto una ricetta da realizzare e un nome e un indirizzo a cui spedire una scatola di dolcezze con un biglietto di auguri. Tutto tirato a sorte! il caso a deciso quale dolcezza avremmo cucinato e a chi destinarla. 

Non tutti purtroppo hanno avuto possibilità di andare materialmente in posta a spedire un reale pacchetto, così hanno partecipato in maniera virtuale con la speranza, una volta tornati alla normalità, di spedirlo davvero!


Io sono una delle fortunate che vive in una zona arancione, quindi la posta è ancora agibile e sono riuscita sia a spedire che a ricevere senza intoppi!

Vi assicuro che è stata una grande emozione preparare il dolce pacchetto e spedirlo. E una grandissima emozione ricevere un pacco pieno di meraviglie! In questa epoca di scambi elettronici, di mail, di social, ricevere un vero pacchetto con un vero biglietto scritto a mano mi ha scaldato il cuore e devo dire grazie alla mia "Biscottara Bella" per l'emozione che mi ha regalato!


E
cco per voi i biscotti che ho preparato io, fateli anche voi e mandateli a qualcuno a cui volete bene. 

SHORTBREAD MIRTILLI, NOCI PECAN E SCIROPPO D'ACERO

Da una ricetta di di Therese Caruana per Il TEMA DEL MESE di MTChallenge

Per circa 40 biscotti 7x4,5 cm

225 g di burro morbido
90 g di zucchero
2 uova grandi
40 g di sciroppo d’acero
1 cucchiaino estratto di vaniglia
1 cucchiaino di rum
1 pizzico di sale
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
350 g di farina
40 g di mirtilli rossi secchi e tritati finissimi
25 g di noci pecan finemente tritate

Nella planetaria montate il burro insieme allo zucchero fino a quando non risulta chiaro e spumoso. Unite le uova una alla volta, facendo assorbire bene una, prima di unire l'altra. Aggiungete lo sciroppo d’acero, gli estratti, il sale e la cannella, continuando sempre a montare l’impasto. Abbassate la velocità e aggiungete gradualmente la farina, facendo attenzione a non lasciare grumi. Lavorate l’impasto fino ad ottenere un impasto omogeneo e leggermente appiccicoso.
Ribaltate l’impasto sul piano di lavoro infarinato, compattatelo velocemente, avvolgetelo nella pellicola alimentare e ponetelo in frigo per un'ora.
Infarinate il piano di lavoro, stendete l’impasto cospargete con la polvere di mirtilli e noci, ripiegate su se stesso e stendete nuovamente ad uno spessore di mezzo centimetro.
Formate i biscotti utilizzando un cutter zigrinato, adagiate su delle placche da forno rivestite da carta da forno e fate riposare nuovamente per altri 20 minuti in frigo. Ricompattate i ritagli e fate altri biscotti.
Riscaldate il forno a 180 °C, infornate per circa 10 minuti, o finchè saranno leggermente dorati.
Fate raffreddare su una gratella e conservate per 5 giorni in una scatola di latta.


Qui potete vedere i biscotti pronti per essere confezionati nel il cestino da viaggio e il biglietto di auguri pop up, realizzato da Origamo, progetto Etico e Solidale che sostiene alcune "Case famiglia" per bambini di strada di Saigon e realizza i biglietti in laboratori in Vietnam dove sono rispettate condizioni di lavoro che rifiutano lo sfruttamento.


Ecco il pacchetto pronto per essere imbottito, inscatolato e spedito a ..........Silvia Zanetti! E li ha anche ricevuti eh! 

E infine, ma non ultima per importanza... Chi sarà stata la mia Biscottara bella?
E cosa mi avrà mandato? vi dico subito che non ne è rimasta neanche una briciola da tanto erano buoni.

E' arrivato questo carinissimo pacchetto colorato ed ero così emozionata che l'ho scartato subito e l'ho fotografato solo dopo.

Pieno di biscottoni cioccolatosissimi! 

golosi e .......salati! 

Si si, hanno delle piccole scaglie di sale in superficie!

E sapete cosa succede? Che il sale vi toglie di bocca lo stucchevole del dolce e..... ne mangiate ancora e ancora e non si può smettere. 
dovrebbero essere illegali ecco!




Lei è Micaela Ferri e la ringrazio tantissimo per il pacchetto e il bigliettino con Babbo Natale e gli auguri scritti a mano che mi fanno emozionare. E naturalmente per i biscotti....... che finirono in un attimo!



Eccoli qui, state lontano però, che sono pericolosi, non fateli, non andate a leggere la ricetta da Micaela dei Biscotti gluten free al cioccolato e sale! sul suo blog Le ricette di Michi!

E per finire, un abbraccio a tutti, scegliete una ricetta fra le tante di oggi su MTChallenge e speditele alle persone care, le farete felici! In questi momenti un po' malinconici, ricevere un pacchetto è bellissimo!


 



Stampa il post

martedì 27 ottobre 2020

IL MO MAC AND CHEESE ALLA ZUCCA PER IL CLUB DEL 27

 di Vittoria



ll club del 27 ritorna dopo la lunga pausa estiva! Eccoci qui di nuovo a proporvi ricette a tema, ovviamente autunnale, sicuramente coloratissimo e saporito. 

A voi tante nuove proposte con la zucca. Le trovate tutte sul blog di MTChallenge 

Io vi propongo una colorata versione del classico Mac and Cheese americano, qui arricchito dalla zucca. La ricetta originale è opera di Anna Calabrese, io ho cambiato poche cose, ho utilizzato pasta integrale, pecorino sardo e zucca hokkaido. 



EASY PUMPKIN MAC AND CHEESE
By Anna Calabrese

Ingredienti per 6 persone

400 g di penne rigate
330 g di salsa Alfredo
300 g di zucca a dadini cotta in forno
1 tazza di peperoni arrostiti
4 tazze d'acqua
¼ di cucchiaino di sale
di cucchiaino di pepe nero tritato
170 di pecorino sardo semi stagionato a dadini

Per la salsa Alfredo
½ tazza di burro
2 tazze di panna
120 g di formaggio cremoso spalmabile
1 spicchio di aglio schiacciato
1 cucchiaio di aromi misti (origano, prezzemolo, basilico, timo, maggiorana …)
1/4 di cucchiaino di pepe
1 tazza di parmigiano grattugiato



Preparate la salsa Alfredo.

In una pentola unite burro, aglio, panna, e crema di formaggio, cuocete a fuoco medio mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo. Unite gli aromi, il sale e il pepe. Mescolate bene, aggiungete il parmigiano, portate a bollore e cuocete per 5 minuti o comunque fino ad ottenere una salsa bella consistente. Eliminate l'aglio.

Per i mac and cheese
Sistemate una capiente pentola antiaderente i primi sette ingredienti. Aggiungete il pecorino a dadini. Cuocere a fuoco medio-alto mescolando spesso fino ad ebollizione quindi ridurre il calore a medio e cuocere a fuoco lento, coperto, per il tempo di cottura della pasta mescolando spesso. Quando la pasta sarà cotta ma non sfatta e il liquido tutto assorbito, regolarsi con l'intensità dei fuochi, spostare la padella dal fuoco, cospargere con il formaggio, mescolare, coprire, lasciare riposare 5 minuti prima di servire. Completare con una spolverata extra di pepe nero

La ricetta è tratta da Wonder Pot di Better Homes Gardens, 2018.

 



Tessera n.19








Stampa il post
Related Posts with Thumbnails