martedì 8 marzo 2011

Rivincita della Paella 2a parte: sangria e panbrioche

E continuiamo la carrellata di bonta' assaggiate sabato scorso da Miriam.
Oggi vi racconto di cosa ha prodotto per noi la Vitto... ci ha stesi con due suoi cavalli di battaglia che le richiediamo ad ogni incontro: la sua mitica Sangria e il panbrioche delle Simili! E ho detto tutto!!!


Pan Brioche - da Pane e roba dolce delle Simili
Ingredienti:
Per il lievitino:
150 g farina 00 di forza
90 g di acqua
30 g di lievito di birra

fare il lievitino e farlo riposare per 40/45 minuti fino al suo raddoppio

per l'impasto:
350 di farina 00 di forza
50 g di acqua
100 g di burro
30 g di zucchero
10 g di sale
2 uova

Fare un impasto sul tavolo con il resto degli ingredienti e lavoratelo bene.
Appena il lievitino è pronto mettetelo sul tavolo schiacciatelo bene e tiratelo con il le mani, mettete al centro il secondo impasto poi cominciate a lavorarlo battendo finchè non ci saranno più striature bianche il che indica che i due impasti si sono già completamente amalgamati.
Mettere in una ciotola unta di burro e fatelo lievitare per 1 ora,1 ora e mezza . Rovesciate sul tavolo, dividete a metà e formate due filoni che metterete in due stampi rettangolari di circa cm25x10, coprite a campana e lasciate lievitare per 45/50 minuti fino a quando cioè la cupola uscirà dal bordo dello stampo.
Pennellare delicatamente con un uovo intero battuto e cuocere in forno a 200° per 30/40 minuti.

Vitto ha fatto una trecciona e una specie di panettone (solo come forma), cospargendo la treccia di semi di sesamo e il panettone di semi di papavero.
Ottime entrambe le versioni.
Al contrario del Panbrioche di Montersino (di cui vi ho parlato QUI) che e' prettamente da colazione o da merenda, questo delle Simili e' fantastico anche per accompagnare un antipasto, ottimo sia con i salumi che con i formaggi. E guardate come le e' venuto soffice!!!!


E passiamo alla Sangria!
Qui non abbiamo una ricetta precisa, ogni volta che l'ho assaggiata era diversa, ma SEMPRE buonissima!!!!


Vi do le indicazioni di massima....le linee guida (miiiii, ma come mi escono queste??? ahahahah)!!!!

Sangria - Vitto's style!

Allora premetto che non la faccio mai mai uguale perchè cambio vino o liquore o altri ingredienti.
1 bottiglia (0,75) di vino rosso NON troppo corposo, freddo
1 bottiglia (0,75) di prosecco o spumante brut freddo
1/2 bottiglia (circa 600 cc) di spuma al pompelmo per dare un po' di amarognolo e gassato
1 bel bicchierozzo di superalcolico (Con gin o vodka verrà più secca, con rum o cognac più morbida. Ci sta bene anche il cointreau. Da evitare whisky o grappa)
zucchero q.b.

Mescolare tutto ben freddo tranne il prosecco, aggiungere zucchero a gusto e frutta: arance e limoni non trattati a fette poi pesche non troppo mature, mele a dadini o frutti di bosco.
Tenere in freddo e aggiungere il prosecco solo al momento di servire con altri cubetti di ghiaccio.

Stavolta e' stata fatta cosi':
2 bottiglie di Rosso Toscano (un po' troppo corposo per i miei gusti, meglio grignolino o uno sirah)
2 lattine di lemonsoda
1/2 litro di acqua gassata
zucchero ............non so quanto ne ho messo, direi circa un etto, ma si va a gusto!
1 bicchierino di rum giamaicano scuro
2 bicchierini di gin aromatico (bombay)...l'ideale sarebbe cointreau, ma non ne avevo.
Mescolato bene tutto quanto e aggiunta frutta:
1 arancia e un limone non trattati, a mezze fette sottili
1 mela grande non sbucciata, a dadini
fragole a metà o a pezzetti
lasciato riposare 24 ore (sarebbe meglio in frigo).

La mattina ho tolto la frutta, imbottigliato e trasportato alla festa.
Sul posto ho aggiunto 1 bottiglia di prosecco (ben freddo) e nuova frutta fresca.



E dalla Sangria in poi..... RISATEEEEE!!!!!! E siccome oggi e' la festa della donna, virtualmente vi offro un bicchiere di Sangria, rigorosamente preparata dalla Vitto, e brindiamo tutte insieme a NOI!!!!

Un abbraccio
Paola
Bookmark and Share
Stampa il post

20 commenti:

Yaya ha detto...

Che meravigliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!! Non so dire altro... anzi solo una cosa... ma non sono tanti 30g di lievito per il pan brioche? E' solo mezzo kg di farina... si potrà ridurre allungando i tempi vero?

Kika ha detto...

Ah, mia cara, mi dai già delle soluzioni da provare con l'impastatrice? Sarò 2 gg in Germania, ma quando torno... :-)

piccoLINA ha detto...

Yaya si.... puoi dimezzare il lievito tranquillamente, poi con i tempi ti allunghi, ma il risultato sara' comunque ottimo!
Kika questo devi assolutamente farlo....solo che poi i tuoi amici continueranno a chiedertelo all'infinito! Buon viaggio cara!

Simo ha detto...

La sangria non la amo in verità...ma qual panbrioche...mi ha steso!!!!!!!

rebecca parodi ha detto...

fantastico,lo provo anch'io!! Adoro il pane col sesamo....se non ricordo male nel salotto di Tinatinuk c'era una sua ricetta x i panini al sesamo x le panelle,opp. la milza!! Chi ce l'ha?

Mary ha detto...

Meraviglioso questo pan brioche.

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao! che bel menù: un panbrioches morbido e dolce e una bevanda fruttata e leggermente alcolica....davvero neinte male!!
baci baci

piccoLINA ha detto...

Simo, allora per te doppia razione di panbrioche!
Rebecca, prova a guardare questa ricetta: http://lacucinapiccolina.blogspot.com/2010/05/hamburger-casalinghi.html
Non e' quella di Tina ma e' ottima!!!!
Mary, Manuela e Silvia: GRAZIE!!!!!

Alice4161 ha detto...

Che bel pan brioches..ottima la sangria.

bravissima.

Buon 8 Marzo

Federica ha detto...

Che meraviglia sofficiosa con tutti quei semini sopra ^___^ Baciotti

nadia ha detto...

La sangria di Vitto è favolosa, come tutto quello che fa questa donna dalle mani d'oro!

anna ha detto...

Vittooooooooo,voglio provare anche io al tua sangria.Ho un'idea,fermati anche quest'anno da me,cosi' me la prepari.Paole,una bella alveolatura questo pan brioche,e anche la sangria,che bonta'!
smackkkkkkkkkkkkk

Raffaella ha detto...

Bellissima brioche, mi aggiungo al tuo brindisi, augurando a tutte le donne un felice 8 marzo!!!!
A presto, Raffa

Ka' ha detto...

La brioche è stupenda brindo volentieri con la sangria: la adoro! Bacioni P.S. Ti seguo!

UnaZebrApois ha detto...

Questa Sangria mi stenderebbe dopo il primo sorso...la adooooroooo!!!e il panbrioche te lo invidio!!!A me non è mai (152 volte!) venuto!!! buoooonooooo!!!!!

Patrizia ha detto...

Questo panbrioche è spettacolare!!! Lo devo fare assolutamente, ma come fare a trovare il tempo per provare tutte queste ricette che ci girano intorno? Si accettano consigli...Un bacione

Erica ha detto...

bèh panbriosche perfetto e la sangria invita troppo a berla!! ^_^
complimenti e tanti auguri!!! ^_^

l'albero della carambola ha detto...

Uh che panbrioche da urlo! Bravissima paola...come sempre...ormai non ho altre parole per te :-)
Un abbraccio,
simo

Vitto ha detto...

Un buongiorno a tutte, grazie a Paola che pubblica, io non trovo mai il tempo! Paola come fai? sei bionica? :-)
oppure coma diceva Angela Finocchiaro nella parte della donna che lavora, dopo aver raccontato una giornata tipo:
-signora ma lei come fa a fare tutte queste cose?
-io? :-) .....io sniffo! hihihihihihihi ..era meravigliosa!

Vi lascio qualche nota aggiuntiva.

Panbrioche:
Ho impastato con il Ken.
La ricetta delle Simili è perfetta.
Provate a diminuire il lievito, ma non eccessivamente perchè l'impasto con burro e uova è pesante, rischia di non crescere bene.
Questa volta devo aver abbondato con i liquidi perchè la pasta era molto molto morbida, più del solito e quasi non riuscivo a maneggiarla.
Credo di aver usato 10 gr in più di acqua e due uova grandi invece di medie.
Il risultato però è stata una sofficità extra.
Buonissimo come accompagnamento. Se dovete però utilizzarlo per il panettone gastronomico non va bene perchè l'alveolatura è troppo grande e le fette si romperebbero. Deve avere una pasta più compatta, quindi fate attenzione ai liquidi.
La dose di zucchero è ottimale per accompagnamento ai salati, si può aumentare fino a 50 gr.
Se si vuole un impasto dolce proprio tipo brioche va aumentato ancora lo zucchero e poi spennellato con uovo e zucchero.

Sangria:
Attenzione perchè dolce e fresca va giù come acqua e poi............ taglia le gambeeeeee!
Non è leggera come sembra!

Baxi genovesi
Vitto

laroby ha detto...

in ritardo ma accetto volentieri un bicchiere di sangria!!! bacissimi

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails