lunedì 21 marzo 2011

Rivincita della Paella, parte 3: la PAELLA!!!!


Io detesto i venditori...ti scocciano al telefono, sono insistenti fino allo sfinimento, hanno una parlantina insopportabile e una cantilena allucinante, arrivano a casa e non mantengono le promesse circa la durata della loro visita ("solo un'oretta signora..." Seeee, quando mai!) e ogni volta se ne vanno con un "ci risentiamo la prossima settimana!"
Ecco... e allora perche' l'ho fatto venire da me sto tizio???
Stavolta era il turno di analizzare l'acqua del rubinetto per vedere che acqua beviamo e usiamo per cucinare!
Il tizio entra e inizia a ripetere la sua bella lezione imparata a memoria...io lo guardo con faccia interessata, sorrido ma l'orecchio e' teso a sentire invece i bambini che giocano in soggiorno, tanto so gia' che lo dovro' rispedire al mittente sto tipo.... e non ridete che lo so che fate cosi' anche voi! Ahahahah!
Mi dice un sacco di cose che non mi interessano, io voglio cacciarlo piu' in fretta possibile, analizzami l'acqua e non ne parliamo piu'!!!!
"Signora, le va se prepariamo un te?"
Devo aver fatto uno sguardo interrogativo perche' si e' messo a ridere!
Prepariamo il te in due pentolini diversi: uno con acqua presa dal mio rubinetto di casa e uno con l'acqua presa dal suo impianto di casa con il filtro a osmosi. Stessa quantita' di acqua, stesse bustine di te. Gia' appena l'acqua bolle mi accorgo che sono diversi.... una limpida e l'altra un po' meno. Il te poi non lo beviamo, lo versiamo dentro un piatto e.... oh mamma!!!! Quello fatto con la mia acqua e' scuro, la superficie ha una pellicola scura che il te fa sempre. L'altro e' limpidissimo, piu' chiaro e trasparente! Li assaggio. Amari entrambe, ma il mio risulta piu' pastoso al palato, come se si appiccicasse ai denti e alla lingua, l'altro e' piu' leggero.... il pentolino del mio te e' tutto sporco, l'altro perfettamente pulito!!!! Questa e' solo UNA delle prove che abbiamo fatto usando poi anche l'acqua delle bottiglie che si comporta come quella del rubinetto!!!!
Detesto i venditori, quando se ne vanno lasciandoti stravolta a pensare "ma che acqua beviamo?" !
Qualcuno di voi mi sa dire qualcosa sugli impianti ad osmosi per purificare l'acqua???? Mi e' sembrata una gran cosa ma ho il dubbio che l'acqua purificata in quel modo sia TROPPO pura e TROPPO povera..... dite la vostra!!!!

Intanto vi lascio la ricetta della Paella cucinata da Vitto e Miriam nel nostro incontro torinese!
Ci tengo a precisare che la suddetta Paella e' stata cucinata a 4 mani (in alcuni momenti anche 6 o 8) nella cucina di Miriam e ha sfamato degnamente 10 persone!!!!


Ecco la ricetta cosi' come me l'ha scritta Miri...
Più o meno abbiamo fatto così:
In una capiente terrina da forno abbiamo versato una intera cipolla tritata fatta rosolare in olio evo. Abbiamo versato del riso carnaroli (50 gr a testa per 10 persone) mescolato il tutto con due cucchiai di olio e abbiamo ricoperto il riso con del brodo bollente di pollo preparato in precedenza. Il riso deve essere sommerso dal brodo. Infornato a forno ventilato a 180 gradi per venti minuti. Poi abbiamo controllato il grado di cottura al dente e abbiamo versato le spezie per Paella portate da Vitto (due bustine) in un bicchiere di brodo. Rimescolato e versato gli altri ingredienti che erano nella specie:
1) pollo rosolato nell'olio e finito in cottura con vino bianco e sale. A dieci minuti dalla cottura abbiamo aggiunto la lonza, una scatola di fagioli bianchi di spagna e il chorizo (precedentemente tostato in padella).
2) carciofi rosolati nell'olio e sale, a dieci minuti dalla cottura abbiamo aggiunto i piselli (quelli congelati) e i peperoni (precedentemente arrostiti e spellati).
Tutti gli ingredienti poi sono stati versati nella paellera, leggermente unta di olio e con appena un po' di brodo. Abbiamo fatto asciugare a fiamma alta, fino alla formazione di una crosticina sotto e servito.
Più o meno è andata così.

E con questa ricetta Miriam e Vitto partecipano alla raccolta Riso(t)TiAmo







Ma le ricette della Rivincita della Paella non sono ancora finite!!!! :-)

Buonissima giornata!!!!
Paola
Bookmark and Share
Stampa il post

24 commenti:

Federica ha detto...

Piatto ricco mi ci ficco ^__^ Una goduria questa paella :D! Un bacione, buona settimana

Mirtilla ha detto...

ma che meraviglia,fatta ad arte!!!

Mary ha detto...

Buonissima , questa è una pietanza che non ho mai fatto.

Mary ha detto...

questa è la mia ricetta postata

http://ilpiaceredelpalato.blogspot.com/2011/03/risotto-ai-funghi.html

Anonimo ha detto...

Ciao Paola! Bellissima la paella, è un piatto che mi incute sempre timore e non lo faccio mai...proverò!
Riguardo all'acqua...i miei hanno messo l'impianto di purificazione, effettivamente l'acqua è buona, sul fatto che sia troppo povera non so però in teoria dovrebbe abbattere solo la durezza e quindi il calcare. Io ho risolto il problema della plastica delle bottiglie con la brocca della Brita, sai quella che si trova nei negozi di casalinghi...ha un filtro a carboni attivi che devi sostituire ogni mese circa (circa 100 litri d'acqua), l'acqua diventa leggera e buona. Non è economicissima rispetto alle bottiglie, ma sicuramente molto più pratica!
Baci!!
Cinzia Vaccaro
P.S. scusa l'anonimato ma non so come fare a inserire i miei dati... :-(

Kika ha detto...

evviva la brocca, la uso anche io e almeno non devi portarti su le bottiglie, che pesano sempre. L'acqua di Milano è molto buona, quindi permetti al sindaco di farti un bel regalo.
Sulla paella non dico nulla perchè ho ancora voglia di mangiarla ed è finita! :-(

Vitto ha detto...

Ciao Cinzia, anche io uso la Brita e mi trovo bene anche se Altroconsumo la sconsiglia perchè dalle loro analisi l'acqua risulta eccessivamente demineralizzata, in pratica resta priva di tutte i minerali utili all'organismo oltre a quelli dannosi o poco gradevoli al gusto.
Potrebbe essere un problema per i bambini molto piccoli o le persone anziane, comunque i minerali li assumiamo per altre vie.
Magari è meglio alternare ogni tanto con altra acqua.
ciao, Vitto

Stefania ha detto...

Che buona la tua paella, ciao un buona settimana e i venditori come li hai descritti non piacciono neanche a me ;)

piccoLINA ha detto...

Grazie Cinzia! allora direi che posso comprarmi la caraffa senza dover investire tutti quei soldi che il venditore mi ha prospettato!!!!
Grazie a tutti!!!!

Mary.... grazie per il link della tua ricetta di risotto, andva nel post del contest, ma non importa, lo inserisco nella raccolta!

Baci baci

Bea ha detto...

Ciao Paoletta, informati bene sulle brocche, ci sono pareri discordi e soprattutto è un prodotto nuovo, ancora privo di una legislazione che lo regoli, quindi i controlli sono lasciati alla discrezione delle aziende che lo producono. C'è poi il discorso dei filtri, che non si sa dove si devono smaltire.. Insomma, discorso complesso, in rete puoi trovare informazioni e giudizi dei consumatori. Inoltre potresti controllare le caratterisctiche dell'acqua del tuo rubinetto, il gestore è obbligato a poubblicarle, magari non è così male. I test che fanno i venditori di impianti sono specchietti per le allodole..

piccoLINA ha detto...

Grazie Bea!!!! Nel frattempo infatti ho letto qua e la' in rete e mi sono convinta sempre piu' che quello del filtraggio dell'acqua sia un vero businnes, mi informero' bene riguardo le caraffe ma una cosa e' certa.... me ne guardero' bene dal prendere l'impianto di filtraggio!

Un abbraccio

nadia ha detto...

Intanto vorrei salutare Cinzia che non leggo da tanto tempo, vieni a farci visita più spesso!:-)))
Riguardo all'acqua, avevo intenzione di comprare la brocca purificante e ho chiesto consiglio al mio medico, mi ha detto le stesse cose di Vitto ed ha aggiunto che la nostra acqua è buona, anche meglio di quella minerale. Non so come sia quella milanese, però non mi fiderei molto del venditore, sarà che sono diffidente di natura.

La paella era fantastica, il tocco magistrale suggerito da Vitto (era appena tornata da Barcellona!:-)) è stato proprio quello della crosticina sul fondo della paellera. Sublime!

Simo ha detto...

che bontà, la paella...w la Spagna!!!
Adoro mangiarla, ma...non l'ho mai fatta!!

Cinzia ha detto...

Ciao!
Dell'acqua non so proprio niente...Ma questo risotto, anzi questa paella mi fa venire l'acquolina!!!
Bravissimi tutti i cuochi ^___^

viola ha detto...

Dell'acqua no so, io uso e bevo quella del rubinetto. L'idea di buttare montagne di plastica non mi piace per niente e comunque l'acqua dell'acquedotto è più controlata delle altre. Sui filtri per purificarla però non so nulla......
ma della Paella so che è buonissima. Non l'ho mai fatta ma l'ho mangiata tante volte e sempre con un grande piacere. Bellissimo piatto. Un bacione

Damiana ha detto...

Dell'acqua,di osmosi e altro,non ti so dire cara Paola,ma una cosa è certa!!Quando riesci a farli entrare,e fanno le loro belle dimostrazioni tutto ti sembra all'improvviso necessario!!Ma come avrò fatto a pulire la casa senza quel "mostro succhia tutto"",come avrò bevuto quest'acqua per tanto tempo senza che mi venisse un'accidente o come avrò vissuto senza questa cremina "magica" ????
Sono bravi,a volte dei prodotti sono davvero validi,ma sono anche dei veri "svuotatasche!!E in questo periodo..meglio non farsi ammaliare!!

Originalissima questa paella,un procedimento particolare che proverò di sicuro,la paella è uno dei miei piatti preferiti!!
Un bacione tesoruccio e bellissima settimana!!

Anonimo ha detto...

Ciao Nadia!! Ciao Vitto!! E' vero, mi faccio sentire poco purtroppo, ma vi leggo tutti i giorni!!
Probabilmente è vero che l'acqua perde molte proprietà ma quella dei rubinetto ha un sapore poco gradevole, forse per il cloro...io non riesco a berla. E dove abito io è anche piuttosto dura.
E come diceva Kika il grande vantaggio è non avere tutta quella plastica delle bottiglie!

P.S. ma perchè tutti avete la fotina e il nome e io invece sono ANONIMO?? :-((

Bea ha detto...

Devi aprire un account su Google se vuoi che compaia nome e foto. E questo ti permette anche di pubblicare eventualmente un post qui sul blog di Paola.

piccoLINA ha detto...

Cinziaaaa!!!! Se mi mandi il tuo indirizzo mail ti mando l'invito per poter partecipare al blog, cosi' se ti va potrai anche postare delle ricette!!!!
Un abbraccioooo!
Paola

Anonimo ha detto...

Eccolo: cinzia.vaccaro@libero.it

Grazieeee!!!

piccoLINA ha detto...

Invito spedito! Cinzia....sei dei nostriiii!!!!!
Un abbraccio!
Paola

Erica ha detto...

Ciao Paola la tua ricetta è molto bella.
Purtroppo non saprei come esserti di aiuto, ma in questi casi consiglio sempre una grande tutela... alla fine loro sanno come vendere un prodotto ;)
Però poi certe volte con la nostra scarza fiducia ci perdiamo qualcosa...
mi dispiace non esserti di aiuto :(

Rita ha detto...

Ciao sono capitata per caso in questa discussione, come al solito cercando tutt'altro ahahah
Riguardo l'impianto di osmosi i miei ce l'hanno perchè dove vivono purtroppo l'acqua "potabile" non arriva e quella che loro spacciano per potabile è ricca di cloro, insomma na schifezza. Tornando all'impianto loro si trovano bene, riguardo i sali minerali non vengono abbattuti drasticamente, infatti loro ti fanno l'analisi dell'acqua prima e dopo l'impianto quindi hai sott'occhio anche la sua composizione..
Che altro dirti se non tifidi di loro ma nemmeno della tua acqua vai alla tua asl e ti fai analizzare la tua acqua ;) lo fanno
Spero di esserti stata utile
un abbraccio
Rita

piccoLINA ha detto...

Grazie Rita.... alla fine non ho messo l'impianto, mi sono informata bene e i "contro" superavano di gran lunga i "pro"!
Un abbraccio a te!
paola

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails