mercoledì 10 marzo 2010

Torta con ramo di mimosa





Questa torta,non faceva parte assolutamente dei miei piani.Ma si sa......la vita e' bella,perche' e' imprevedibile.Giovedi',mio figlio,tornando da scuola,mi dice:"Mamma,la prof di italiano,vorrebbe fare una sorpresa alla preside,le piacerebbe,che tu preparassi una torta da regalarle per la festa della donna,con una mimosa sopra,ma fatta da te!. Appena sento la frase"una mimosa fatta da te"mi giro imbufalita,COSAAAAAA? La mimosa in pdz non l'ho mai fatta! (lo spiegavo ,proprio ieri alla nostra capa,durante una delle tante piacevolissime telefonate)Pensavo di cavarmela,con una cosa molto semplice,invece no! la PROF,voleva la mimosa in pdz! Vi confesso,che sono andata un po' in panico. La mimosa,non e' che mi piaccia tanto,di conseguenza,non l'avrei mai fatta per una torta. Da quel momento in poi......e' stato uno scervellarmi continuo. Vi assicuro,che cercare di riprodurre una mimosa,cercando di dare un aspetto il piu' naturale possibile,non e' per niente facile. Vogliamo cominciare dalle palline? bene! Sono stata mezza giornata ad arrotolare palline,riempendo una teglia intera(quelle per cuocere la pizza),cercando di farle piu' uguali possibile. Ma i fiorellini della mimosa come sono? Sono PELOSI! Come riprodurre la pelosita? Mi vengono in mente 3 o 4 soluzioni. Pds sbriciolato e passato sulle palline,zucchero semolato,colorato di giallo,oppure,fare una ghiaccia reale, e con un beccuccio molto piccolo,spremere tanti piccoli puntini su ogni pallina,(questa soluzione,sarebbe stata allucinante).
Chiedo consiglio a Paola Lazzari,lei, mi dice,che il pds sbriciolato puo' andare molto bene,mi consiglia anche il cocco. Lei mi suggerisce di fare una prova in tutti i modi,cosi',da vedere qual'e' l'effetto piu' reale. Decido per il cocco! avete una vaga idea di cosa significhi passare il cocco su ogni pallina? Si rendeva necessario escogitare qualcosa,non potevo, assolutamente,prendere una pallina alla volta, arrotolarla nella colla(e' una colla edibile,serve per incollare soggetti in pdz sulle torte)e poi...passarla nel cocco,una roba da manicomio. Mi viene l'idea! Prendo un piattino,con un pennello passo la colla su tutto il fondo,prendo una manciata di palline e con il palmo della mano le giro nella colla,coprendole tutte,poi,le metto nel sacchettino con il cocco colorato e le ricopro,continuo cosi',fino ad esaurimento(non solo delle palline). Portata a termine questa operazione,devo passare alle foglie,anche quelle sono particolari,vanno tutte tagliuzzate,per avvicinarsi il piu' possibile a quelle vere. Sapete,quante ne ho rotte? La colpa era della pdz ,non era abbastanza elastica,quindi,quando le ho tagliate,molte si sono rotte.Finalmente,porto a termine anche questa operazione. E' stato un lavoraccio che non vi dico. Tutto sommato,essendo stata la prima volta in assoluto ad aver realizzato una mimosa,mi ritengo abbastanza soddisfatta.


Quando l'hanno vista a scuola,non credevano che l'avessi fatta io,pensavano che era di pasticceria,i complimenti,mi hanno compensato per tutto il lavoro. Scusate, se sono stata un po' lunga,ma volevo condividere con voi tutta l'esecuzione. Come base,ho fatto la Sacher,non vi posto la ricetta,perche' e' gia' presente nel blog.

Che DIO vi benedica!
Anna.
Bookmark and Share
Stampa il post

13 commenti:

Michela ha detto...

Ciao Anna!
Complimenti per la tua creazione....
sai capisco cosa si prova davanti ad una nuova 'prova' ^_^ . Bhè il risultato però ha ripagato ogni ansia!
A presto,
Michela

anna ha detto...

Ti ringrazio,Michela.
Mi ha messo un bel po' di ansia questa torta.
A volte,le sfide,vanno accettate.
Di nuovo,grazie.
Anna.

piccoLINA ha detto...

ahahaha...sono fantastiche queste PROF che dispongono dell'abilità di altri x fare bella figura!!! Grandissima Anna...come sempre sei stata eccezionale! Una bella sfida ma ne sei uscita alla grande!
Uno stritolo!!!
Paola

PS. la capa sarei io???? uahahahahahah!!! A capa tosta!!!:-)

anna ha detto...

SI,tesoro!La capa,sei tu,oppure,la capessa,come piu' ti aggrada.Grazie Paoletta! Grazie,soprattutto,per venire sempre in mio soccorso tecnologico,quando ne ho bisogno.
Con affetto!
Anna.

PS.MI RACCOMANDO,PROVA LA PIZZA CHE TI HO DETTO!

rebecca parodi ha detto...

Bhè! è meravigliosa!!!

Bietolin@ ha detto...

Mamma mia, io no ho parole! E' elegante, precisa, pulita, realistica, veramente ben realizzata, e dev'essere anche molto buona!
I complimenti qua non saranno mai abbastanza...davvero BRAVA!

tinuk ha detto...

è FANTASTICA, bravissima!!
Per colla usi la polvere Tylo?
Per rivestire piccoli dolci o porzioni di pasta e impasti, avevo visto un'interessante tecnica di Luca.
Dovresti avere il video.
Distribuiva polveri o granella di frutta secca ecc. lungo un solo bordo
di leccarda quindi la faceva saltare
tipo la pasta nel wok rivestendo così
tutti i dolcetti posizionati nella teglia.
un caro saluto a tutti,
tinuk

emamama ha detto...

devi ritenerti piu' che soddisfatta..
è bellissima...complimenti!!!
Ciao Enza

rosella ha detto...

Brava Anna, i tuoi lavori sono un concentrato di abilità e inventiva. Complimenti sinceri! Rosella

anna ha detto...

I vostri complimenti,sono graditissimi. Ringrazio di vero cuore tutte voi!
Un caro saluto.
Anna.

Nanny ha detto...

Caspita ma sei bravissima,hai una manualità da professionista.
Grazie ancora per la ricetta, vorrei consigliarti anche di postare il link della ricetta precedente questa torta,è fantastica mi piacerebbe averla nellla raccolta :*

Genny G. ha detto...

ma che spettacolo!io sono un disastro con le torte decorate...e che bel posticino qui...se ti va passa a trovarmi e scopri la torta della bontà per una bella causa

Michela ha detto...

Ciao Anna!!!
grazie di essere passata nel mio blog e di averne lasciato 'traccia' . Sei stata moooolto carina ^_^!
Per rispondere alle tue domande:
sì sono campanaoriginaria di Caserta...^_^
no non sono la Michela del forum.
Ma che bella comunità tutte 'made in Campania'???
A presto,
Michela

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails