martedì 27 aprile 2021

IL MIO AGNELLO SPEZIATO CON ALBICOCCHE, PISTACCHI, MENTA E ORZO PER IL CLUB DEL 27

Di Vittoria


Per l'appuntamento mensile di questo mese di Aprile noi del Club del 27 di MTChallenge abbiamo sfogliato per voi un libro dedicato alla cucina "Tutto in teglia", “The roasting tin” di Rukmini Yver, che raccoglie ricette veloci, semplici, gustose di ogni tipo, dolci compresi, da fare nella teglia del forno.


Un libro che vale la pena di avere, ricchissimo di idee per risolvere una cena, un pranzo fra amici, una festa, cucinando tutto in una teglia, in forno, mentre voi potete fare altro. 


Tessera n.19

Fra le tante ricette golose che trovate oggi su MTChellenge, p
er voi ho provato una ricetta di agnello con profumatissime spezie magrebine, addolcite dalle albicocche secche e completato dall'orzo perlato, che nella cottura in teglia assorbe tutto il sapore dell'agnello cotto a fuoco lento, mentre il succo di limone e la menta regalano freschezza. È ancora meglio riscaldato il giorno successivo.



AGNELLO SPEZIATO CON ALBICOCCHE, PISTACCHI, MENTA E ORZO

Ricetta tratta da “The roasting tin” di Rukmini Yver 

Per 4 persone – Teglia 25x25

4 bistecche di coscia di agnello, circa 600 g
2 cucchiai di olio d'oliva
2 cucchiaini di Ras el hanout*
Sale marino e pepe nero appena macinato
4 spicchi d'aglio schiacciati
200 g di albicocche secche
2 cipolle rosse tagliate a fettine sottili
150 g di orzo perlato sciacquato
350 ml di brodo di pollo
30 g di pistacchi tritati grossolanamente
1 manciata di menta fresca tritata
Il succo di ½ limone 


Preriscaldate il forno a 170 °C.
Mescolate l'olio d'oliva, il ras el hanout, 1 cucchiaino di sale marino e metà dell'aglio, strofinate bene le bistecche con questa miscela e mettetele da parte a insaporirsi. Mescolate insieme i pistacchi e la menta.
In una teglia unite le albicocche secche, le cipolle rosse, l'aglio rimasto, l'orzo perlato e il brodo di pollo. Disponete sopra le bistecche di agnello speziate, coprite bene la pirofila con un foglio di alluminio, fate due o tre buchini per il vapore, quindi mettete in forno caldo e cuocete per 1 ora. Successivamente togliete la carta stagnola e lasciate 6-10 minuti sotto il grill alla massima potenza per far dorare la carne.
A cottura ultimata assaggiate l'orzo perlato e condite a piacere con sale, pepe e succo di limone.
Fate riposare per 10 minuti dopo che la pirofila è uscita dal forno, poi cospargete i pistacchi e la menta sull'agnello e l'orzo perlato e servite ben caldo. 

Note:

-Ho ridotto a 200 g la dose di albicocche (nell'originale sono 250 g) e le ho trovate già abbondanti. Le ho lasciate intere, come indicato, ma ritengo sia meglio tagliarle in due o tre pezzi.

-A fine cottura ho tolto la carta stagnola e ho lasciato pochi minuti sotto il grill a colorire

-L'aggiunta di succo di limone alla fine è fondamentale per l'equilibrio dei sapori

-Ras el hanout è una miscela di spezie tipica del Magreb, di cui esistono infinite composizioni più o meno ricche. La formulazione base comprende: cumino, cannella, curcuma, pepe, zenzero, noce moscata e spesso vengono aggiunti boccioli di rosa decorativi.

 


Stampa il post

venerdì 26 marzo 2021

Le mie Korean steamed eggs e la Egg drop soup per il Club del 27

 Di Vittoria


Anche Marzo sta per finire 
ed eccoci al consueto appuntamento con il Club del 27 di MTCHallenge.

Tessera n. 19


Questa volta parliamo di UOVA e dei mille modi per cucinarle. Le ricette sono tratte dal libro All about eggs di Rachel Khong, un giro del mondo sulle preparazioni delle uova. Ne abbiamo sperimentate molte, potete trovarle tutte sulla pagina di oggi di MTChallenge

Io ho provato per voi DUE ricette di origine asiatica, un semplice uovo cotto a vapore, ma aromatizzato da una salsa saporita e olio di sesamo e una famosa zuppa cinese gustosa e leggera. Entrambe le ricette sono velocissime da preparare e daranno un tocco di novità ad un semplice uovo.


KOREAN STEAMED EGGS - UOVA AL VAPORE COREANE


Per 2 persone - cottura a microonde o vapore

3 uova
½ tazza di acqua
2 scalogni, affettati
1 cucchiaio di salsa di pesce
½ peperoncino jalapeño, tritato finemente (facoltativo)
1 cucchiaino di olio di sesamo

Sbattete leggermente le uova in una ciotola adatta al microonde. Aggiungete mescolando l'acqua, lo scalogno, la salsa di pesce e il jalapeño, se utilizzato.
Cuocete alla massima temperatura (1000 W) per 3 minuti e mezzo. controllate il centro con un cucchiaio o una bacchetta per vedere se è ancora liquido. In tal caso, cuocete per un altro minuto.
In alternativa, per cuocere a vapore utilizzando ciotole adatte alla cottura.
Mettete le ciotole in un cestello per la cottura a vapore e fate sobbollire a fuoco medio per circa 15 minuti. Condite con poche gocce di olio di sesamo e servite.


EGG DROP SOUP - ZUPPA CON UOVO STRACCIATO


Per 4 persone

1,2 l di brodo di pollo
2 cipollotti verdi, tritati, parti verdi e bianche separate
1 fetta da 3 cm di zenzero fresco
1 cucchiaino di pepe bianco in grani
sale
1 cucchiaio di amido di mais sciolto in 1 cucchiaio di acqua fredda
3 uova sbattute

Unite il brodo di pollo, i bianchi di cipollotto, lo zenzero e i grani di pepe in una casseruola e portate a ebollizione a fuoco medio. Abbassate la fiamma e cuocete a fuoco lento finché il brodo si sarà aromatizzato, circa 20 minuti.
Filtrate e rimettete il brodo nella pentola, riportate a ebollizione e aggiustate di sale.
Versate la miscela di amido di mais nel brodo mentre mescolate e fate sobbollire mescolando, in modo che il brodo si addensi. Abbassate la fiamma e versate l'uovo nella pentola in tre o quattro riprese, mescolando delicatamente. Appena l'uovo rappreso viene a galla, togliete dal fuoco e suddividete nelle ciotole. Cospargete con il verde del cipollotto tritato e servite.


Stampa il post

venerdì 26 febbraio 2021

LA MIA BIM'S YEAST CAKE PER IL CLUB DEL 27

Di Vittoria


Eccoci al consueto appuntamento mensile con MTCallenge, il Club del 27


Tessera n.19


Per questo mese di Febbraio noi del Club del 27 vi facciamo conoscere parecchie ricette tratte da un libro molto bello. Fruit Cake di Jason Schreiber. Lui è uno dei più noti e influenti food stylist di New York, da tempo collaboratore di Martha Stewart. Jason ha voluto ridare lustro ad un tipo di dolce relegato al ruolo di dessert natalizio della tradizione. Ha mescolato un pochino le carte, aggiunto ingredienti e rivisitato alcuni classici con ottimi risultati.


Fra le tante ricette ho scelto di proporvi un dolce che farà un figurone sulla vostra tavola, una brioche arrotolata ripiena di frutta secca e fresca, che potrete variare con le stagioni.



Ecco la

BIM’S YEAST CAKE
da "Fruit Cake" di Jason 
Schreiber

Per 12 a 14 porzioni, teglia profonda a ciambella da 26 cm di diametro

Per il lievitino (Sponge)
250 ml di latte intero, riscaldato a 35 °C
28 g di lievito di birra fresco (o 14 g di lievito di birra essicato)
140 g di farina
Per l' impasto
Il lievitino
225 g di burro non salato ammorbidito
100 g di zucchero semolato
2 uova grandi
570 g di farina 00, più quella aggiuntiva per spolverare
1 cucchiaino di sale
Per la farcitura e il montaggio
Pan Goo* per ungere la teglia o burro e farina
100 g di zucchero semolato
2 cucchiaini di cannella in polvere
125 g di mirtilli freschi (1 vaschetta)
1 cucchiaio scarso di farina 00
50 g di burro non salato, sciolto, più altro per spennellare sopra
140 g di mirtilli o cranberry secchi
30 g di noci pecan tostate e finemente tritate
1 uovo grande
1 pizzico di sale
granella di zucchero (o zucchero perlato) per spolverare
Per la glassa
100 g di zucchero a velo
1 cucchiaio di succo di limone
acqua fredda


Preparate il lievitino:
in una ciotola media, sbattete insieme il latte e il lievito. Incorporate la farina con un cucchiaio di legno e lasciate riposare circa 20 minuti, fino a quando sul composto compariranno molte bollicine.

Preparate l'impasto: nella ciotola dell’impastatrice sbattete il burro e lo zucchero semolato con la foglia, a velocità media, fino a renderlo leggero e spumoso, da 3 a 5 minuti. Staccate ogni residuo dalle pareti della ciotola aiutandovi con una spatola di gomma.
Aggiungete le uova, una alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta. Raschiate ancora le pareti della ciotola e aggiungete la farina e il sale.
Mescolate a bassa velocità fino a quando si formerà un composto sbriciolato. Raschiate ancora una volta le pareti della ciotola, poi montate il gancio e aggiungete il lievitino. Impastate a velocità medio-bassa finché l'impasto non si raccoglie attorno al gancio e pulisce completamente i lati della ciotola, circa 10 minuti. 
Aiutandovi con la spatola trasferite l'impasto su una superficie leggermente infarinata e formate una palla.
Trasferite in una ciotola grande imburrata, coprite e lasciate lievitare in un luogo caldo fino al raddoppio, circa 1 ora e mezza.
Farcitura e cottura: Spennellare generosamente la teglia con il Pan Goo* (oppure imburrate e infarinate) e metterla da parte.
In una piccola ciotola mescolate lo zucchero semolato e la cannella.
In un'altra piccola ciotola mescolate i mirtilli freschi con la farina, poi setacciate per eliminarne l'eccesso.
Aiutandovi con le mani infarinate, trasferite l’impasto su una superficie anch’essa infarinata, spolverate di farina anche sopra, allargatelo delicatamente, poi stendetelo in un rettangolo di 35x45 cm, con un lato lungo rivolto verso di voi. Spennellate abbondantemente di burro fuso e cospargete in modo uniforme con lo zucchero alla cannella, i mirtilli freschi e secchi e le noci pecan. Lasciate senza ripieno una striscia di 1,5 cm lungo i lati lunghi. 
Partendo dal lato lungo, arrotolate l'impasto strettamente, sollevando e tirando l'impasto per racchiudere tutto il ripieno. Sigillate bene. Sollevate delicatamente il rotolo di impasto e sistematelo nella teglia preparata, con la chiusura rivolta verso il basso e unendo le estremità. Se fosse troppo lungo, tagliate via le due estremità, otterrete due girelle che potete imburrare, decorare e cuocere a parte.
Spennellate tutto con il burro rimasto. Coprite la teglia e mettete in un luogo caldo a lievitare fino al raddoppio, circa 1 ora.
Almeno 30 minuti prima della cottura, preriscaldate il forno a 180 °C con una griglia nella metà inferiore del forno.
Terminata la lievitazione, spennellate la parte superiore del dolce con l’uovo leggermente sbattuto con il sale, poi spolverate abbondantemente con lo zucchero perlato o la granella. Con le forbici praticate dei tagli in sbieco di circa 2,5 cm di profondità.
Cuocete fino a quando la torta diventa di un colore marrone dorato intenso e soda al tatto, circa 60-70 minuti. Misurazione della temperatura al cuore con il termometro a sonda 93 °C.
Trasferite la teglia su una gratella, lasciate riposare la torta nella teglia per 15 minuti, poi giratela con cura, togliete la teglia e capovolgetela di nuovo sulla griglia per farla raffreddare completamente.
Preparate la glassa: in una piccola ciotola, sbattete insieme lo zucchero a velo con il limone. Continuate aggiungendo 1 cucchiaino acqua alla volta fino a formare una glassa semiliquida che copre il dorso di un cucchiaio. Cospargete la torta in fili diagonali e lasciate asciugare. Per affettarla utilizzate un coltello seghettato.
Conservazione Questa torta è migliore il giorno in cui è cotta, ma può essere conservata in un contenitore ermetico a temperatura ambiente per un massimo di 2 giorni.

Pan Goo - miscela per ungere le teglie
Per circa 110 g (¾ cup)

65 ml (¼ cup) di olio neutro
45 g (⅓ cup) di farina
In un piccolo contenitore con un coperchio, sbattete l'olio e la farina insieme fino ad amalgamarli. Utilizzatelo sulle teglie al posto della carta da forno o dello spray da cucina. Si conserva in frigo per un paio di settimane.






Stampa il post

mercoledì 27 gennaio 2021

LA MIA MANHATTAN CLAM CHOWDER PER IL CLUB DEL 27

 Di Vittoria


A Gennaio, l'appuntamento con il Club del 27 vi regala una ricchissima selezione di zuppe ricche e saporite, che non hanno nulla a che fare con il concetto triste di "minestrina" da malati. 

Sono arricchite con spezie, erbe, legumi, carne, pesce o verdure e rappresentano un pasto completo, nutriente, ma leggero, ideale per riprendersi dagli stravizi delle feste. 


Tessera n.19


Noi instancabili del Club del 27 le abbiamo provate per voi, le trovate tutte oggi sulla pagina di MTChallenge 

Io ho provato per voi una classica zuppa nordamericana, La Manhattan Clam Chowder, una meravigliosa zuppa di vongole con pancetta, patate e pomodoro, profumata con erbe e peperone, da servire con fette di pane casereccio e un buon vino bianco aromatico.

MANHATTAN CLAM CHOWDER – ZUPPA DI VONGOLE
Da  All-time best soups – Cook’s illustrated: La nostra zuppa di vongole Manhattan è migliore della maggior parte delle versioni perché prevale il sapore delle vongole. Usiamo una quantità maggiore di vongole rispetto alle versioni comuni e il loro brodo di cottura naturale per bilanciare il sapore dominante dei pomodori e delle altre verdure. Se dovete riscaldare la zuppa, non fatela bollire o le vongole diventeranno gommose.

Per 8 persone

3,6 kg di vongole grandi, già spurgate
200 g di bacon, circa 2 fette spesse 5 mm, tagliato a dadini
1 cipolla grande tritata finemente
1 peperone rosso piccolo pulito e tritato finemente
1 carota sbucciata e tritata finemente
1 costa di sedano tritata finemente
4 spicchi d'aglio tritati finemente
1 cucchiaino di origano essiccato
½ bicchiere di vino bianco secco
600 g di patate gialle, non farinose, sbucciate e tagliate a dadini da 5 mm
1,4 l di brodo di vongole filtrato
1 foglia di alloro grande
1 lattina da 400 g di polpa di pomodoro a cubetti
Sale e pepe
Olio extravergine di oliva
2 cucchiai di erba cipollina fresca tritata o prezzemolo


Versate le vongole in una pentola ampia che abbia un coperchio pesante, aggiungete un dito di acqua sul fondo, chiudete con un coperchio, portate a ebollizione e lasciate cuocere, scuotendo la pentola ogni tanto, finchè le vongole non saranno tutte aperte. 
Estraete le vongole dal loro brodo, sgusciatene la maggior parte, conservandone 24 con il guscio per decorare la zuppa, e mettetele tutte da parte, in caldo.
Filtrate il brodo delle vongole, misuratelo e aggiungete acqua fino ad arrivare a 1,4 litri.




Riprendete la pentola delle vongole (assicuratevi che non ci siano residui di sabbia o gusci rotti), versateci dentro i pezzetti di bacon e cuocete a fuoco medio fino a renderlo croccante, circa 5 minuti. Aggiungete il trito di cipolla, peperone, carota e sedano, riducete la fiamma al minimo, coprite e cuocete finché non si ammorbidisce, circa 10 minuti. Aggiungete l'aglio e l'origano e rosolate fino a renderli fragranti, circa 1 minuto.
Bagnate con il vino e alzate la fiamma facendo sfumare finché non si ridurrà della metà, circa 2-3 minuti. Aggiungete le patate, la foglia di alloro e il brodo di vongole tenuto da parte. Portate a ebollizione, riducete la fiamma a un livello medio-basso e cuocete a fuoco lento finché le patate non sono tenere. Schiacciate alcune patate contro il lato della pentola per addensare leggermente la zuppa. Aggiungete i pomodori e cuocete a fuoco lento ancora per 10 minuti. Togliete dal fuoco, scartate la foglia di alloro, incorporate le vongole sgusciate e condite con sale e pepe a piacere. Aggiungete le vongole con il guscio, condite con un filo di olio extravergine a crudo, decorate con l’erba cipollina o il prezzemolo e servite con fette di pane casereccio.






Stampa il post
Related Posts with Thumbnails