giovedì 5 maggio 2011

ECCHE' CAVOLO (fine di una giornata faticosa)

di Vittoria



Questa è una ricetta che faccio da tanto tempo. La prima volta l’ho assaggiata in un delizioso albergo al passo di Campolongo, sopra Corvara. La sera ci facevano trovare sempre un buffet di verdure crude e cotte con cui crearsi l’antipasto. L’ho trovata un’idea molto carina e da parte mia graditissima. Dopo una giornata in sci con pranzo di panini era l’ideale!
L’originale era una semplice insalata di cavolo rosso crudo affettato finissimo e condito con olio, aceto, sale e cumino. Non mi sono accontentata e ho pensato di marinarlo nel popolarissimo e molto ligure “Scabeccio”, in Piemonte “Carpione”. Il matrimonio si è confermato ben riuscito e duraturo. Da allora appena trovo il cavolo rosso lo faccio così!



Affettare il cavolo rosso sottilissimo (con mezzo cavolo ne viene tantissimo) e metterlo in un contenitore con coperchio che possa stare in frigo.
Far cuocere in padella scalogno o cipolla affettati con un mix di vino bianco e aceto bianco, zucchero, sale, foglia di alloro e semi di cumino (anche coriandolo a volte!).
Il liquido deve essere tanto abbondante da poter coprire il cavolo.



Quando lo scalogno è morbido, ma non sfatto, versare sul cavolo aggiungendo olio EVO a crudo (si può anche soffriggere lo scalogno con l'olio, ma è molto più pesante).
Mettere sopra il cavolo un piattino con un peso. Chiudere il contenitore e lasciarlo in frigo per almeno un giorno.
Mescolare ogni tanto. Il cavolo perderà progressivamente volume e si cuocerà parzialmente con il condimento.
Dura anche una settimana e più (se non ve lo mangiano tutto)
Vitto



Con questa ricetta partecipo al
Contest a Colori di Stefania
nella sezione
VIOLA

Bookmark and Share
Stampa il post

9 commenti:

Max ha detto...

Ottima questa ricetta, il cavolo così come lo hai cucinato mi piace, ciao.

Stefania ha detto...

Mi cogli impreparata, sia sul cavolo (che non cucino spesso), sia sul tipo di preprazione. la trovo un'ottima idea, fresca e stuzzicante! Grazie!!!
Stefania

Vale ha detto...

non avevo mai visto il cavolo preparato così! una ricetta davvero colorata e particolare... mi piacerebbe assaggiare!!!

piccoLINA ha detto...

Il cavolo in insalata piace tantissimo anche a me. Preparato in questo modo non l'ho mai assaggiato...mi sa che devo recuperare!
Bella Vittoooo!!!!

Un bacione

Stefania ha detto...

Una bella ricetta.. e cavolo non la conoscevo ;) ciao

Vitto ha detto...

Buongiorno, è dalle 8.30 che cerco di scrivere, ma oggi non c'è pace ne respiro.
Provatelo perchè è veramente buono, leggero, fresco. Non so se si trova ancora in commercio, forse la stagione è un po' avanti, ma mi pare di averlo visto in giro pochi giorni fa.
@Stefania
Il Carpione o Scabeccio in genovese, è simile a quello che ho descritto e si usa per accomodare le cotolette o gli zucchini fritti.
Si fa soffriggere un bel po' di cipolla affettata con olio EVO, si aggiunge aceto (io faccio metà aceto di mele e metà vino bianco secco) e foglie di salvia, si fa sobbollire un po' e si versa FREDDO su cotolette milanesi o zucchini fritti.
Più riposa in frigo più viene buono.
La prossima volta che lo faccio pubblico rietta e foto.
Ciao Vitto

Eleonora ha detto...

mi piace moltissimo! che bell'idea per una verdura che non si sa mai come preparare.

Davide ha detto...

Vitto bellissima ricetta! Io purtroppo non riesco a mangiare molta verdura, in particolare l'insalata cruda. Preparata così invece è molto invitante!! La provo presto!! :) soprattutto ora che si fa caldo!!

Ora corro a nanna!!

Grazie Vitto

Ciao a tutti!

Patrizia ha detto...

Ciao Vitto! Bellissima ricetta! E il Passo di Campolongo...:)) Si, l'ho visto anche io al mercato mercoledì, il cavolo rosso! C'è ancora, c'è ancora e ...me lo preparo di sicuro!!Grazie!

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails