mercoledì 30 giugno 2010

Cuoricini mou!

Stamattina ho rimorchiato!!!! Ebbene si, lo confesso cosi' senza troppi preamboli!!!
E ora vi racconto il perche', il percome e il perchi :-)
Dopo il Terminator-criceto di cui vi ho raccontato pochi giorni fa, oggi ho rimorchiato un'allegra brigata di 55/60enni... lo so che vi state ribaltando dalle risate, ma siccome io sono un'ottimista, anziche pensare che sto perdendo smalto, mi son detta che ho un fascino senza tempo. Si, si, sono sicura che e' cosi'!!! :-D
Ho accompagnato le belve all'oratorio feriale e sto camminando verso casa per andare poi in ufficio. Stessa strada tutti i giorni. Tutti i giorni passo davanti a Pierino, una trattoria che c'e' vicino a casa mia dove cucinano molto bene e ogni volta che passo sento certi profumini arrivare dalla cucina.... ogni tanto ci vado a pranzo con le belve, la domenica, quando abbiamo voglia di trattarci bene pur sentendoci a casa perche' l'ambiente e' proprio cosi'...genuino....da noi si direbbe "nostrano"! (ecco...sono ancora in modalita' "guida Michelin"...ahahah, ok la smetto subito!)
L'allegra brigata tutti i giorni si ritrova li' a bere un caffe', leggere il giornale e chiacchierare tra amici. Stamattina uno di loro era sulla porta e mentre passavo mi ha rivolto un gran sorriso, un saluto gentile e mi ha offerto un caffe'....io, che cammino sempre col mio passo da bersagliere, ben spedita, non sono proprio riuscita a rifiutare tanto e' stato carino il modo in cui mi ha rivolto l'invito, cosi' mi sono fermata!
Bhe...il caffe' era ottimo, la compagnia brillante e divertente, i complimenti molto galanti e sempre gentili, la mia giornata non poteva iniziare in modo migliore! Prima che me ne andassi mi hanno dato appuntamento al prossimo caffe', perche' essendo loro in 4 ci tenevano ognuno a offrirmi un caffe' ! Che dire.... fortuna che esistono ancora gli uomini di una volta!!!

E la ricetta di oggi???? Eccola!!! Copiata pari pari da Lory del blog La mercante di spezie che io trovo bravissima e sempre molto originale!

Caramelle mou

Per una cinquantina di caramelle ci vogliono 250 ml di panna, 250 gr. di zucchero, 30 gr. di burro e 60 di miele. Si mette il tutto in un pentolino e, rimestando continuamente ma senza produrre schizzi, si porta a bollore vivace fino alla temperatura di 120°-122° (se non avete il termometro da cucina prelevate con un cucchiaino un po' di composto e fatene cadere una goccia in una bacinella con acqua molto fredda, magari dove avervi messo qualche cubetto di ghiaccio. Se la goccia diventa una pallina che rimane solida tra le dita, la cosidetta "media bolla", il mou è pronto). Colate il tutto in stampini per cioccolatini o in una teglia ricoperta di cartaforno ed aspettate un paio d'ore. Se utilizzerete la teglia potete "tagliare" le caramelle a cubetti con un coltello dalla lama liscia appena imburrato o unto. Si possono conservare (ammesso che si riesca a resistere) in una scatolina di latta tra strati di carta forno oppure incartandole una ad una con della carta da caramelle che troverete nelle cartarie fornite.

Note di piccoLINA: io ho usato il termometro per arrosti che arriva giusto a 120 gradi, se non avete il termometro prima di fare la prova con la goccia nell'acqua fredda, aspettate almeno 20 minuti buoni da quando inizia a bollire, vedrete il tutto prendere il bel colorito del caramello.... ci vuole tempo.
Ho colato tutto negli stampini per il ghiacchio in silicone. Ho controllato che resistessero alle alte temperature. Visto il gran caldo ho pensato di mettere il composto a raffreddare in frigo: in questo modo le caramelle sono esattamente identiche alle Alpenliebe. Se si vogliono avere le Alpenliebe pero' consiglio di usare degli stampini piccoli piccoli, altrimenti avrete grosse difficolta' a mangiarvi una enorme caramella dura!!! Conservate nella scatola di latta invece mantengono la consistenza morbida delle mou. Ho usato un miele millefiori perche' non volevo che un altro tipo lasciasse un sapore troppo marcato. La prossima volta diminuiro' la dose di zucchero, magari 200 gr invece di 250. Credo anche che il burro si possa tralasciare vista la quantita' ridottissima e considerando che c'e' comunque molta panna!


Le rifaro' in occasione di qualche festa per bambini, magari infilando nel composto uno stuzzicadente in modo da ottenere poi dei simil lecca-lecca.
Un abbraccio
Paola

PS. anche con questa ricetta partecipo alla raccolta di Mara "la cometa pasticciona"
Bookmark and Share
Stampa il post

14 commenti:

Manu ha detto...

Grande paoLETTA!!!Anche le caramelle mouuuuuuuuuuu!!!Con questo caldo servirebbe proprio andare sulle Alpen...complimenti per il rimorchio: è proprio vero, esistono ancora gli uomini di una volta...ma sono nati proprio "c'era una volta", come nelle favole!!!Bacioniiii

rebecca parodi ha detto...

Per il rimorchio: tu sei uno spettacolo!!! Mi hai fatto morire dal ridere con questa storia....e cmq MEGLIO GLI UOMINI DI UNA VOLTA!!!! :-D tvb

piccoLINA ha detto...

@ Manu: un bacione anche a te!
@Rebecca: che bello rileggerti!!! e sono d'accordo con te.... molto meglio gli uomini di una volta!!! Ti abbraccio!

Albertone ha detto...

Bellissimi e poi, non avevo mai fatto il mou, mi tenta tantissimo questo post.
Complimenti per il divertentissimo racconto ;)
A presto
Albertone

UnaZebrApois ha detto...

ma sono caramelle buonissime!!!Che carine poi a forma di cuoricini...mi sa che le faccio per regalarle alle amiche!!!ma forse alle amiche non arriveranno mai ;P!!!

rosella ha detto...

A proposito degli uomini di una volta: un paio di anni fa a Firenze un signore mi ha ceduto il posto sull'autobus. LO AVREI UCCISO!
Belle, le tue caramelle: una ne pensi, cento ne fai. Bacioni. Rosella

saretta m. ha detto...

che belle queste caramellone!!!per i bambini poi sono adattissime...ero tentata a farle anche io per la bimba di una mia collega che le consuma a quantità industriali però spaventata dal procedimento mi sono sempre trattenuta...ho paura di non individuare bene il momento della media bolla e di gettare via tutto...tu che le hai fatte che mi dici? è semplice? grazie mille

Mara ha detto...

MA CHE BEEEEELLLLIIII!!!
Ma grazie mille!!!

piccoLINA ha detto...

Rosella, mi fai morire dal ridere!!!:-)
Saretta, non e' difficile farle, e come dicevo nelle note....ci vuole un po' prima di raggiungere la temperatura, quindi ti direi che per almeno 20-30 minuti devi continuamente mescolare! Poi prova.... fai molta attenzione a non scottarti!
E soprattutto, col caldo di questo periodo, conservale al fresco, ne avevo alcune in una scatola di latta che ieri sera ho trovato completamente sciolte!!! Fammi sapere poi come va!
Mara figurati.... e' un piacere!!!!

Un abbraccio a tutti e buon fine settimana!
Paola

Luciana ha detto...

Complimenti questi cuoricini al mou sono una delizia...belli e buoni!!! uno tira l'altro!!! a presto..Luciana

cris ha detto...

Fantastici questi cuoricini....... il mou non l'avevo ancora provato ma visto questi proverò sicuramente!!! A proposito io sono Cris e con vero piacere faccio parte dei tuoi sostenitori, poi se ti va fai un salto da me ciaooooooooo.

CRI ha detto...

Beata te!!!! A me nemmeno più quelli mi si filano.. Mi rallegro con le tue caramelle, ma se vai avanti così altro che zucca.... mi cresce un bel cocomero al posto della pancia.... sono belle belle, e brava paoLETTA ^___^
Buona domenica, baci8.

Nadji ha detto...

Ces petits cœurs de caramel doivent être délicieux.
A bientôt.

accantoalcamino ha detto...

Che belli questi cuoricini, le caramelle mou mi ricordano la mia infanzia, erano le caramelle che chiedevo sempre alla mamma assieme a quelle d'orzo....proprio una ricetta giusta per la Cometa, ciao.

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails