domenica 18 luglio 2010

Torta Quadro d'autore di Montersino



Non ho molta voglia di cucinare, come penso la maggior parte di voi, però è tradizione che d'estate organizzi una grigliata con gli amici di sempre, sul mio terrazzo. E allora, dicevo, non ho voglia di cucinare ma mi sono ritrovata a preparare una miriade di piattini, per lo più già passati su "questi schermi", perchè non so trattenermi, non sono capace di preparare poco quando ho ospiti. Che ci posso fare!
Ma la sorpresa è stato questo dolce di Luca Montersino: favoloso! Mi è piaciuto moltissimo ed è piaciuto moltissimo. Allora ve lo racconto. Lo potete trovare sul blog di Montersino, Peccati di gola, dove c'è anche il video con tutte le spiegazioni date da lui, spiegazioni chiarissime, perchè è bravo anche in questo.
Come base ho usato la Panarellina di Tina aromatizzata al limoncello, naturalmente home made. Ho fatto una gelèe alla fragola invece dei frutti di bosco, per il resto ho seguito la ricetta.

Torta Quadro d'autore
Ingredienti
Per la chantilly al limone:
800 g di panna
600 g di crema pasticcera
15 g di colla di pesce in fogli
20 g di buccia di limone
20 g di limoncello
Per la finitura:
600 g di gelè ai frutti rossi
600 g di frutta fresca mista
400 g di pan di spagna di riso
40 g di gelatina neutra per pasticceria
Per la bagna la limoncello:
200 di acqua
200 g di sciroppo di zucchero
50 g di limoncello

Preparazione:
Per la chantilly al limone: miscelate la buccia di limone grattugiata con la crema pasticcera, quindi scaldate una parte di questo composto ed unite la galatina; mescolate bene in modo da far sciogliere la gelatina, unite il resto della crema fredda, il limoncello ed alleggerite il tutto con la panna montata.
Per la finitura: mettete un quadro in acciaio sopra un foglio di acetato, disponetevi sopra le fettine di frutta fresca lasciando degli spazi vuoti tra un frutto e l'altro quindi, aiutandovi con un sac a poche, mettete metà della crema chantilly al limone fino a formare un centimetro di spessore; lisciate bene con una spatola, colate sopra la gelè e lasciate rapprendere in frigorifero.
A questo punto formate sopra la gelè un altro strato con l'altra metà di chantilly e chiudete il tutto con il pan di spagna inzuppato di bagna al limoncello
Congelate il tutto, togliere poi dallo stampo, capovolgete la torta, staccate il foglio di acetato quindi lucidate il dolce con la gelatina neutra. Decorate la torta con un po' di frutta fresca intagliata a piacere e della buccia di limone.
Bookmark and Share
Stampa il post

10 commenti:

Marie ha detto...

Belissimo questo dolce, mi piace molto! complimenti! baci

alberodellacarambola ha detto...

Ho letto bene???Panarellina ma vuoi dire la torta tipica di Panarello di Genova?? Beh insomma meno male che non avevi voglia di cucinare altrimenti chissà cosa ci sfornavi!
Che delizia..
Sonia

UnaZebrApois ha detto...

buonooooo!!!una fettina pliiisss di questo dolce meraviglioso!!!

nadia ha detto...

Grazie grazie.
Si, Sonia, la panarellina è un'interpretazione molto fedele della tipica torta di Panarello. L'ha elaborata Tina, che scrive ogni tanto qui sul blog. E' una torta molto buona oltre che prestarsi molto bene per torte decorate e farcite.

piccoLINA ha detto...

Nadiuzza...mi spieghi come fai il gele' di frutti rossi??? Dev'essere strepitosa questa torta. BRAVA!
Un abbraccio

rosella ha detto...

Mamma mia, Nadia, uno spettacolo! Mi accodo al secondo commento: menomale che non avevi voglia di cucinare, altrimenti....Ti va di scrivere il menù? Così ci facciamo venire lo sturbo! Ti abbraccio, annichilita. Rosella

nadia ha detto...

Ciao Rosellina. A parte le albicocche di Raravis è tutto abbastanza normale, ecco il menù:

Albicocche al roquefort di Raravis
Sangria di Vitto
Focaccia alla salvia
Involtini di melanzana al pesto S&P
Tabulè
Peperoni ripieni di feta
Pomodori gratinati
Tyrosalata
Salsa barbecue
Costate e involtini alla brace
Torta quadro d’autore

Per la gelèe alle gragole ho usato:
500 g di purea di fragole
120 g di zucchero
12 g colla di pesce

rosella ha detto...

Lo dico io: peccato non abitare più vicine! Bacioni

Anonimo ha detto...

...sembra un picasso....ma quanto hai fatto spesso lo strato di gelee?

nadia ha detto...

Ciao Anonimo. Per la gelèe alle fragole ho usato le dosi specificate sopra: 500 g di purea di fragole, 120 g zucchero, 12 g colla dipesce. Lo stampo misura 24x24, è venuta bella spessa, 1/3 della torta.

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails