giovedì 2 dicembre 2010

Strudel ricotta e pere

Un'idea che mi è venuta oggi pomeriggio, dopo essere stata dal mio contadino di fiducia a fare la spesa. Nell'azienda agricola fanno anche formaggi e avevo prenotato per oggi una buonissima ricotta. Poi mi è caduto l'occhio sulle pere "Volpine", sentivo sempre dire che sono da cuocere, mi hanno incuriosita e le ho comprate. Così ho messo insieme la voglia di strudel che avevo da un pò, le pere che nel frattempo ho cotto e che facevano un profumo delizioso, e la ricotta, che sapevo già essere adattissima per i dolci. Ecco cosa ne è uscito:




Per la pasta strudel:
100 g di farina 00
1 uovo
25 g di burro
1 cucchiaio di zucchero

Per il ripieno:
300 g di ricotta morbida
1 cucchiaio di zucchero
50 g di farina di mandorle
600 g di pere volpine (cotte con 1 cucchiaio di zucchero e un goccio di brandy)
1 uovo

Tirare la sfoglia molto sottile, per ottenere un rettangolo (circa 40x50 cm)
Mettere il ripieno nella striscia centrale e poi piegare i due lati. Cospargere con zucchero a velo e lamelle di mandorle.
Cuocere a 180° in forno ventilato per 30 minuti
Bookmark and Share
Stampa il post

14 commenti:

Caterina ha detto...

Mmmmm...squisitooo!!! D'altra parte è noto, l'abbinamento formaggio e pere è paradisiaco!! Complimenti!!

rossella ha detto...

Deve essere davvero squisito poi con la ricotta fresca ottimo davvero!!! Buona giornata!!

piccoLINA ha detto...

Beeeeaaaa che buono!!!!! Anch'io avrei voglia di strudel, ma domenica finalmente saro' in montagna, quindi credo che ne approfittero'!!!! :-)
Un abbraccio!

Bea ha detto...

Chiedi alla Sig.ra Cristina se te lo può fare mentre sei li, è veramente buonissimo! Lei è l'origine della mia passione per i biscotti di Natale, li fa sempre e di tanti tipi diversi. Sua è anche la ricetta dei baci al cocco, con quell'aggiunta di ricotta che li rende più morbidi.

EliFla ha detto...

Mi piace così tanto che l'ho già copiata...mi piace soprattutto la ricetta della pasta strudel....grazie e buon weekend

piccoLINA ha detto...

Grazie della dritta bea, glielo chiedero' di sicuro!!!!
Me li ricordo anche quei baci al cocco.... DIVINI!
Un abbraccio!

Fabiana ha detto...

ricotta e pere dentro la pasta da strudel.. penso di non poter chiedere nulla in più ad un piatto...

franca ha detto...

che bontà,io ho mangiato solo quello di mele e di ciliegie,ma questo deve essere davvero ottimo,lo proverò mooooolto presto,
ciao :))

aurora ha detto...

Ma è fantastico!
Complimenti........
Mi sa che prima o poi lo provo!
Grazie per questa splendida ricetta, ma le pere volpine, ammetto tutta la mia ignoranza come sono? Adesso le vado a cercare.
Grazie ancora

rosella ha detto...

Volgari pere di fruttivendolo andranno bene? Buono questo strudel (struper). Come sono le pere volpine? Grazie, Bea. Rosella

franca ha detto...

per il tuo bel lavoro c'è un premio per te:)

Bea ha detto...

Sapete che ho guardato su internet ma le pere volpine di cui si riporta la foto non assomigliano per niente alle mie, chiederò chiarimenti al produttore, mi era sembrato che le avesse chiamate così. Di sicuro sono pere adatte solo da cuocere..
Comunque vanno bene pere di tutti i tipi per lo strudel, l'importante è lasciarle asciugare bene e raffreddare prima di unirle al composto di ricotta.

nadia ha detto...

Bea, buono questo strudel. Domenica scorsa ho preparato il classico con le mele, domani provo il tuo, con le pere kaiser però. Non saranno pere martine le tue?

Bea ha detto...

Ho chiesto spiegazioni, pare che esistano due tipi di pere volpine, quelle romagnole (foto che si trova su internet, marroni e rotonde) e quelle emiliane, le mie appunto, gialle e rosa, piccole ma più allungate.

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails