domenica 2 maggio 2010

TORTINO DI ACCIUGHE ALLA LIGURE


Inizia la stagione delle alici (noi liguri le chiamiamo acciughe). E' un prodotto che uso molto d'estate, è buono, fa bene e costa poco. Praticamente ogni settimana torno a casa con il mio pacchettino di acciughe, che mio marito pulisce sapientemente. Perchè io il pesce lo cucino ma non lo pulisco. Vista la frequenza nel consumo, nasce la necessità di variare almeno il modo di cucinare questi pesciolini. Io li preferisco in assoluto fritti, ma il mio colesterolo no! Allora oggi andiamo di tortino.

TORTINO DI ACCIUGHE ALLA LIGURE

500 g acciughe
2 patate grandi
3 pomodori sodi tondi o ancora meglio ciliegini
2 fette di pancarrè o pane casereccio
aglio e prezzemolo, origano
una manciata di pinoli
2 cucchiai di parmigiano
olio evo
sale e pepe

Pulire le patate, lavarle e affettarle con la mandolina a 3 mm di spessore. Farle sbollentare 3' in acqua bollente salata. Pulire le acciughe sotto l'acqua corrente eliminando anche la lisca centrale, metterle a scolare su di un tagliere inclinato.

Tritare nel mixer l'aglio, il prezzemolo ed i pinoli, quindi unire l'origano e il pane spezzettato e dare ancora una mixata. A questo composto unire il parmigiano.

Lavare i pomodori e tagliarli a fettine sottili eliminando i semi.

Comporre il tortino. Iniziare ungendo uno stampo che possa essere portato in tavola. Sul fondo disporre le patate leggermente accavallate, spolverare con il composto di pane preparato, sale e pepe, un filo di olio. Sopra le patate mettere le acciughe a raggiera, disponendo le code verso l'esterno. Altra spolverata di pane, sale e pepe, filo d'olio. Continuare con i pomodori e così via fino a terminare gli ingredienti. L'ultimo strato sarà di patate. Coprire con un foglio d'alluminio e mettere in forno 180° per circa 25', scoprire la preparazione 5' prima della fine, in modo che le patate possano gratinare. Per il mio gusto è migliore tiepido.

25' minuti di cottura sono anche eccessivi per questo tipo di pesce che cuoce in brevissimo tempo, ma sono necessari per le patate, in modo che possano finire la cottura.
Nadia
Bookmark and Share
Stampa il post

8 commenti:

Cristina ha detto...

buono il tortino di alici! io lo faccio molto simile alla tua ricetta ma al posto del parmigiano uso il pecorino e concordo sul fatto che vada gustato tiepido! aspetto con curiosità le varianti al tortino e fritte (che anche secondo me sò la morte sua...)

rosella ha detto...

Ciao, Nadiù! Il problema delle acciughe con le patate è proprio dato dai tempi di cottura: o mi vengono crude le patate, o sfatte le acciughe. Che dici di una cottura un po' più prolungata delle fette di patata? Poi non si amalgamano i sapori?
Io faccio anche una specie di sformato. La prossima volta cerco di fotografarlo e poi ve lo posto. Un abbraccio, cara. Rosella

CRI ha detto...

Buonissimo questo tortino, anch'io da piemontese d'origine le chiamo acciughe e ne sono golosissima. Copio la tua ricettina, i tuoi piatti sono sempre tantissimo buoni.. non si dice tantissimo buoni?? Ma se li sono, che ci posso fare??? Bacio, Cri.

Alem ha detto...

Nadia, è bellissimo!
mi segno la ricetta!

laroby ha detto...

deliziosa ricetta!!! buone le acciughe!!!e questo tortino deve essere "tantissimo buono" copio commento di cri che condivido!!
complimenti!

Alessandra ha detto...

delizioso blog complimenti!!!!

nadia ha detto...

Grazie ragazze.
Cristina, ottima idea il pecorino, trovo che sia un formaggio che sposa bene con il pesce dove normalmente non si usa.
Rosellina, prova. Eventualmente non coprire con l'alluminio e fai solo gratinare, però almeno 15' deve andare. M'interessa il tuo sformato:aspetto.

Zasusa ha detto...

ciao! anch'io lo faccio molto simile e devo dire che le alici mi piacciono più così che fritte!

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails