giovedì 19 aprile 2012

I biscotti del lagaccio e incontri bizzarri qua e là!

Sono davanti allo scaffale delle uova, indecisa se prendere la confezione da 6 o quella doppia e mi si avvicina una vecchina tutta arzilla chiedendomi se non c'era la confezione da 2!
"Ma no signora, che è tutto imballo e poca sostanza, prenda almeno quella da 4...."
" E ma 4 son troppe.....non posso esagerare"
"Ma si dai.... tanto le rimangono un pò in frigo e se una settimana esagera, la settimana dopo non ne mangia!"
"Ahaaaa si...devo anche fare il polpettone..."
"Ecco, ha visto, allora 2 non le bastano"
"Si, ha ragione.... e poi sa cosa faccio con gli albumi??? Faccio la maschera per il viso!"
"Ah si???" (e stavo sorridendo, non per schernire, la signora era troppo carina)
"Eh si.... (pausa...mi guarda... sorride) però ho iniziato tardi!!!!"
 Ci siamo fatte una risata! In realtà è stata così  tenera che l'avrei abbracciata e ovviamente le ho detto che era bella così! Fantastica!

Poi esco dal super... diluvia! Spingo il carrello verso la macchina cercando di coprire la spesa, davanti a me una coppia di anziani, lui tiene l'ombrello.... devono essere arrivati alla loro macchina perchè vedo che lui accenna a chiudere l'ombrello e poi si gira e lo squote per bene.... tutto addosso a me!!!! Fantastico??? Mmmm...no!!!


Fantastici invece questi biscotti! Io adoro l'anice e mi piacciono i biscotti da sgranocchiare, questi sono perfetti!!!
Li avevo visti da Federica e subito li ho fatti! Qui di seguito la ricetta con le dosi che ho usato io e il procedimento di Federica.


Biscotti del lagaccio
Ingredienti:
225 gr di farina manitoba
225 gr di farina 00
120 gr di lievito madre (già rinfrescato un paio di volte e maturo)
200 gr di acqua (io 180 perchè uso il lievito liquido)
120 gr di zucchero
120 gr di burro
8 gr di semi di anice
1 cucchiaio di miele (io di Fiori di Campo Rigoni di Asiago)
8 gr di sale

Setacciare insieme le farine.
Sciogliere bene 50gr di zucchero in 70gr di acqua.
Sciogliere nella ciotola dell’impastatrice i restanti 70gr di zucchero in 100gr di acqua, insieme al lievito madre rinfrescato e maturo.
Quando il lievito madre sarà quasi sciolto, inserire il gancio K e aggiungere poca farina, sufficiente ad ottenere un impasto consistente ma ancora molto morbido e, sempre continuando ad impastare, alternare l'acqua con lo zucchero al resto della farina (tenerne da parte 2-3 cucchiai).
Quando l'impasto avrà preso consistenza, aggiungere i restanti 10gr di acqua e subito dopo il sale, seguito dalla farina tenuta da parte.
Impastare fino a che l'impasto si presenterà liscio e incordato.
Sostituire il gancio K con quello a uncino, aggiungere il miele, inserendolo poco alla volta, poi unire il burro morbido in più riprese, fino ad esaurimento e facendo attenzione a che l'impasto non perda l'incordatura.
Ribaltare di tanto in tanto.
Infine aggiungere i semini di anice e lavorare quel poco che basta a distribuirli.
Lasciar lievitare l'impasto per circa 45 minuti coperto con pellicola, formare dei filoncini (io ne ho fatti 4) e porli a lievitare su una placca foderata di carta forno fino al raddoppio (io li ho lasciati nel forno spento con la lampadina accesa per tutta la notte, circa 12 ore).
Infornare a 190°C per circa 30 minuti, fino a che i filoncini risulteranno dorati.
Sfornare e lasciar raffreddare bene, anche fino a 12 ore, quindi tagliare i biscotti in diagonale (a fetta di salame) e rimettere a tostare in forno a 150°C girandoli almeno una volta, fino a che perderanno tutta l'umidità e risulteranno ben asciutti (io li ho lasciti circa un'ora, girandoli 3-4 volte).



Buona giornata
Paola

Ps. Oggi e' il compleanno della mia Flo, la mia amica argentina che vive in Australia! E anche se non leggera' questo post voglio dirle: Ti voglio bene!!!! Buon compleanno!
Bookmark and Share
Stampa il post

11 commenti:

Federica ha detto...

La tenerezza della nonnina delle uova è stata tutta contro bilanciata dall’”educazione” del signore con l’ombrello! NO comment!
ma quanto sono buoni questi biscotti sgranocchiosi? Da me sono diventati quasi un appuntamento fisso ormai :)Ora voglio provare io la tua versione con il lievito liquido visto che ho convertito un po’ della mia PM. Buoni buoni buonissimissimi. Un bacione e grazie ^_^

P.S: auguri alla tua amica anche da parte mia

l'albero della carambola ha detto...

Intanto tanti auguri a Flo anche da parte nostra...e poi grazie per questa ricetta, Paola: sai da quanto tempo volevo provare questo biscottone? Ora finalmente posso impegnarmi nell'impresa...Un abbraccio e ti aspettiamo per il contest, eh??? :-) un abbraccio forte
simo

Federico ha detto...

Uh! biscotti delle mie parti.... ;-)
Ciao Paoletta, un abbraccio!!

Terry ha detto...

wowwwwwwwwww

Terry ha detto...

Che buoni!!! Bella laforo con i toni vintage!!! Per questa ricetta poi è ad hoc! .... :)

Vitto da Marte ha detto...

Mmmmmmmmmmmmmmmmmmm buonissimissimi.
Adorati biscotti poco dolci e sgranocchiosi!!!
La mia capa li chiama "biscotti tristi" proprio perchè sono più vicini al pane che al biscotto.
Ma a me piacciono tantissimo.
Ma l'anice? io non l'ho mai sentito nella ricetta originale però non è mica detto. Io sono distrattaaaaa!!!
:-)))

Eh i vecchietti.......... o sono adorabili o sono da strozzare!

Baci Vitto

mammadeglialieni ha detto...

grazie cara, adoro anche io i biscotti del lagaccio!
complimenti sono perfetti!
troppo forte la signora delle uova...certo...il signore dell'ombrello...insomma....

Francesca ha detto...

biscotti del lagaccio, ne vado matta!!!! grazie per aver condiviso la ricetta di Federica e averli realizzati così belli, li provo!!!

Aria ha detto...

io invece odio l'anice ma questi biscotti sono bellissimi da vedere, la foto è così vintage che m'incanta e il tuo racconto mi ha fatto sorridere, ciao!!!

anna ha detto...

ma perche' le tue foto sono una piu' bella dell'altra? ti prego,vieni a farmi tu le foto....
Paoletta mia..un abcione grandissimo...

Ely ha detto...

Paoletta ho due albumi provo :-))))) e mi piacciono questi biscotti secchi simil-fette biscottate!!!!! Ma riusciremo a vederci ancoraquest'anno? Uffi dobbiamo organizzare...
Baci

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails