giovedì 21 gennaio 2010

ChioccioLINA dolce

Finalmente sono in sintonia col mio Lievito Madre!!!
Per essere sincera sono io che mi sono dovuta sintonizzare ai suoi ritmi....il bimbo e' arzillissimo e devo rinfrescarlo ogni 2 giorni, quindi pane a go-go e finalmente dalla bocca di mio fratello (che ho deciso di soprannominare "il SignorNO") e' uscita la tanto agognata frase: "Questo si che ti e' venuto bene, non hai mai fatto un pane tanto buono!". Insomma, per me vale come un Oscar.
Comunque a volte provo ad inventarmi qualcosa di alternativo, come questo pane semi integrale, semi dolce, ottimo per la colazione! La ricetta l'ho improvvisata al momento, ma con un quaderno sotto mano per prender nota di pesi e misure in caso di successo.
Siccome e' stato promosso da tutti gli assaggiatori, ve la riporto pari pari!

Chiocciola dolce - di piccoLINA
Ingredienti:
220 gr di lievito madre
350 gr di farina 00
100 gr di farina integrale
180 gr di acqua (oppure latte)
90 gr di zucchero
50 gr di burro a temperatura ambiente
1 uovo
1 cucchiaino raso di sale

per il ripieno:
200 gr di marmellata di arance
100 gr di cioccolato fondente spezzettato

Avevo nel frigo il mio barattolo con 150 gr di lievito madre.
La sera, alle 20 l'ho rinfrescato con pari peso di farina Manitoba e meta' di acqua. Ho rimesso in frigo 150 gr di lievito rinfrescato e il rimanente, 220 gr, l'ho messo nella ciotola del Ken e l'ho coperto con i 350 gr di farina bianca e 100 di integrale e l'ho lasciato li' per tutta la notte.
La mattina alle 7.30 ho trovato il panetto bello alto e lievitato che faceva capolino sopra le farine.
Ho inserito il gancio e impastato aggiungendo l'acqua, lo zucchero, il sale, l'uovo e fatto incordare.
Poi ho aggiunto il burro e impastato finche' non e' stato assorbito tutto e l'impasto era bello elastico e lucido.
Ho steso l'impasto in un rettangolo e quindi l'ho spalmato con la marmellata di arance e cosparso con il cioccolato tagliato grossolanamente. Arrotolato il tutto e messo sulla placca del forno a lievitare. A questo punto sono andata in ufficio e ho lasciato il salamotto li nel forno, ma senza lucina considerando che sarei rimasta fuori casa tutta la giornata e non volevo rischiare che il caldo lo facesse lievitare troppo in fretta e addirittura passare di lievitazione.
La sera sono rientrata alle 18, ho acceso il forno, portato a 180 gradi e cotto il panone per circa 40 minuti.
Da rifare sicuramente, buono! E intanto sto pensando a una variante salata... vi terro' aggiornati.

Buona giornata
P.
Bookmark and Share
Stampa il post

2 commenti:

Vitto ha detto...

Che buono!!!!! Come la mettiamo con il fatto che martedì ho preso appuntamento dal dietologo?????

Per l'incordatura a che velocità fai girare il Ken? e per quanto? così... per cultura.... non è che vorrei farloooooooooo....... si inveve!!! VOGLIOOOOOO!!! :-))))

piccoLINA ha detto...

Vitto...siccome era presto e non volevo svegliare il palazzo, ho fatto andare a velocita' 1. Ma di solito alzo la velocita' solo per montare gli albumi o per il pan di spagna...per il resto vado piano!
Daaaai....dacci dentro col tuo nuovo Ken!
Un abbraccio!

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails