mercoledì 5 febbraio 2014

Ossibuchi alla milanese

Storia di un ossobuco che provò ad una madre (io) la grandezza dei suoi figli (le belve).

Se ripenso a quand'ero piccola e al calvario che ho fatto patire a mia mamma per farmi mangiare, bhe...dovrei farla beatificare già da viva!
Non ricordo che ci fosse qualcosa che mi piacesse da impazzire al di la della mia tazza di latte e biscotti....non parliamo di minestre, che a casa nostra erano mooooolto di moda ma che io detestavo perché avevano i pezzi sempre troppo grossi! E mica c'era verso di fare un passato! Guai!
Non parliamo delle pentole di verdura così dannatamente verde che vedevo apparire in tavola...una sciagura per me...
Non parliamo nemmeno della carne che immancabilmente conservavo in un angolo della bocca facendo una palla che diventava poi enorme e dovevo riuscire ad ingoiare in qualche modo... che strazio!
Insomma...io non mangiavo perché mi piaceva, mangiavo perché dovevo... e quando dico dovevo... intendo che l'Adele mi inchiodava in un angolo della cucina e mi inforcava finchè non era vuoto il piatto e non valevano strilli e pianti...visto che le buone non funzionavano...lei usava maniere "energiche"!
Fortuna che poi crescendo sono migliorata, ma nessuno di casa ci avrebbe mai scommesso!
Quindi ora se faccio il paragone tra mia mamma allora con me e io ora con le belve.... bhe, tiro un gran sospiro di sollievo! Tutta un'altra faccenda!

Un giorno Matteo mi chiede di cucinargli l'ossobuco perché non l'ha mai assaggiato!
E' un piatto impegnativo, non una cosa da fare tutti i giorni, quindi una domenica in tutta calma riesco a cucinarglielo. La sua curiosità, oltre alla carne era data dal midollo!
Io da piccola sarei rabbrividita di fronte a tanta mollezza, lui invece sceglie l'osso col buco più grande, quello con più midollo.
Lo guardo in silenzio.... lui prende la forchetta, toglie il midollo gelatinoso dal buco e se lo infila in bocca.
Io a questo punto sarei morta di dispiacere....lui invece lo mangia! Per poi dirmi che mmmhmmm... si il sapore si... però la consistenza non gli piace! E si avventa sulla carne che invece gradisce moltissimo!

Mio figlio è un grande!!!!


Ossibuchi alla milanese - io li faccio così!
Ingredienti per 3 persone:
3 ossibuchi di vitello o vitellone (i miei erano di vitellone)
40 gr di burro
1 carota
1 cipolla
1 bicchiere di vino bianco
farina q.b.
brodo q.b.
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

Ingredienti per la gremolata:
2 cucchiai di prezzemolo tritato
2 spicchi di aglio tritato
la buccia grattuggiata di un limone

Infarinare gli ossibuchi. In una pentola sciogliere in burro con la carota e la cipolla tritate a far rosolare. Aggiungere quindi gli ossibuchi, far colorire da entrambe le parti, sfumare col vino e una volta evaporato aggiungere il brodo. Il brodo va aggiunto 2 o 3 mestoli alla volta. La carne deve cuocere almeno un paio d'ore. A metà cottura io ho aggiunto il concentrato di pomodoro perché li preferisco "rossi", ma l'ossobuco classico è senza salsa!
Mescolare tutti gli ingredienti per la gremolata e aggiungerla alla carne a fine cottura, gli ultimi 10 minuti e poi servire gli ossibuchi accanto al classico risotto allo zafferano!

I ragazzi hanno divorato il tutto con grande entusiasmo.
Io sono troppo felice che loro siano due buongustai, che siano curiosi di assaggiare e non si lascino ingannare dall'aspetto... sono decisamente migliori di quanto fossi io alla loro età!
Che belve grandiose!!!!

Buon inizio di settimana!
Paola

NB: se NON si infarina la carne il piatto diventa assolutamente gluten free e quindi adatto anche ai celiaci!


Bookmark and Share
Stampa il post

6 commenti:

Mirtilla ha detto...

un piatto classico che da sempre gran soddisfazione!!!

Fataricotta ha detto...

Quanti ricordi nell'ossobuco per noi lombarde....:-P
Io invece mangiavo quasi solo il midollo....e lo adoro ancora adesso!
I miei figli lo gradiscono ma il midollo lo regalano volentieri alla mamma!!!
Ciao,
Sara

l'albero della carambola ha detto...

Io, semplicememnte, ti adoro... Ricetta del cuore.
simo

Miri ha detto...

mmm...anche se sono nata e cresciuta in Sardegna a casa mia madre preparava gli ossibuchi, ovviamente io mangiavo solo il midollo...ovviamente senza il contorno di riso alla milanese, piatto unico meraviglioso!!

nadia ha detto...

Anche nella mia famiglia gli ossobuchi erano cucinati frequentemente, io sempre inappetente da bambina (mi sono rifatta crescendo) mangiavo solo il midollo e lasciavo la carne. Adesso li preparo spesso, abbondo con la salsa, spezie, e li accompagno con il couscous che a Federico piace tanto

Chiara Picoco ha detto...

Se mi chiedi "qual è il tuo cibo preferito?" io ti rispondo "IL MIDOLLO DELL'OSSOBUCO". Amo mangiarlo con il pane, un po' per volta, assaporando ogni singolo istante di goduria pura. La carne invece non mi piace per niente, quindi di regola la baratto con più buchi possibili... per la gioia del mio colesterolo!

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails