lunedì 17 febbraio 2014

Il mio strudel salato pensando alle vacanze....

La sfida di questo mese mi piace, ma mi piace proprio tanto tanto quindi inizio subito col ringraziare Mari delle bellissime ricette che ci ha proposto!
Sarà che lo strudel con le mele è uno dei miei dolci preferiti, sarà che invece lo strudel salato non l'avevo mai assaggiato ma mi ha intrigato da subito....sarà che ho bisogno di distrarmi dai guai riguardo il lavoro...insomma, avevo bisogno di mettere le mani in pasta e fare!
Si, ma tra il dire e il fare mancano le idee...se non che un giorno, presa da una voglia irrefrenabile di vacanze, mi sono messa a gironzolare sul web iniziando a organizzare le vacanze estive con le belve e quest'anno avremmo tantissima voglia di andare in Grecia!
Si, la Grecia....ottima idea! Anche per gli ingredienti di questo strudel!!!
E cosi' ho usato ricotta di capra e poi feta e olive nere per il ripieno dello strudel e le melanzane per la salsa di accompagnamento!
Ne è risultato un piatto freschissimo, dove tutti i sapori erano ben riconoscibili e ben amalgamati, la crema poi era assolutamente divina...nientemeno!


Strudel salato I love Greece - Paola
Ingredienti per la pasta:
150 gr di farina
50 gr di acqua
1 cucchiaio di olio evo
1 pizzico di sale
Ingredienti per il ripieno:
150 gr di ricotta di capra
200 gr di feta
60 gr di olive nere
1 uovo 
la buccia grattugiata di meno di metà limone
1 cucchiaino di origano
Ingredienti per la crema alle melanzane:
1 melanzana (la mia era circa 600 gr)
250 gr di latte
25 gr di burro
25 gr di farina
2 cucchiai di formaggio grattugiato
1/2 spicchio di aglio
sale e pepe q.b.

per impiattare:
burro fuso
formaggio grattugiato
origano

Ho preparato la pasta seguendo le istruzioni di Mari: impastato la farina con l'acqua ben calda, l'olio e il sale. Lasciato riposare mezz'ora prima di stenderla.
Per il ripieno ho sbriciolato le feta con le mani e poi l'ho mescolata alla ricotta, aggiunto l'uovo, le olive nere tritate grossolanamente, l'origano e profumato il tutto con la buccia del limone grattugiata.
Dopo il riposo, ho steso la pasta su di un canovaccio infarinato, cosparso il ripieno sulla superficie e ripiegati i bordi verso l'interno per impedirne la fuoriuscita. Ho arrotolato lo strudel aiutandomi con lo strofinaccio col quale poi ho arrotolato stretto lo strudel, legato i bordi ben saldi e fatto cuocere in acqua bollente salata per circa mezz'ora.
Nel frattempo ho preparato la salsa: ho cotto la melanzana in forno bucherellandola con i rebbi di una forchetta prima di metterla a cuocere. 180 gradi per circa 30 minuti e la melanzana era pronta.
Tagliata a metà e scavato la polpa che ho messo da parte.
Ho preparato quindi una besciamella: in un pentolino ho sciolto il burro con la farina, quindi ho aggiunto il latte freddo e ho portato a cottura continuando a mescolare finchè ho raggiunto la consistenza desiderata. Ho aggiunto quindi alla besciamella tutta la polpa di melanzana, due cucchiai di formaggio, aglio, sale e pepe e frullato tutto col frullatore ad immersione.

Ho messo tre cucchiai di salsa disposti a raggio e ho appoggiato quindi tre fette di strudel, aggiunto qualche goccia di burro fuso, origano e formaggio grattugiato....e buon appetito!!!!!



Buonissimo! Mi è piaciuta moltissimo la consistenza della pasta, mi è piaciuto il profumo di limone che si sposava a meraviglia col resto degli ingredienti.... da rifare sicuramente!
Con questa ricetta partecipo alla sfida del MTC di questo mese!!!


Ora devo proprio provare anche la versione dolce.... ma credo che replicherò l'originale proposto da Mari perché mi pare davvero un peccato stravolgerlo!!!
Buon inizio di settimana
Paola
Bookmark and Share
Stampa il post

15 commenti:

Les créations de Cry ha detto...

Ciao societta ottima idea la Grecia e questa ricetta mi stuzzica davvero tanto .
gli ingredienti mi piacciono molto . un abbraccio Cry

TataNora ha detto...

Brava Paola! La tua declinazione in greco dello strudel salato di Mari è perfetta. Non manca nulla dei sapori di quella terra piena di sole.
C'è tanto bisogno di QUEL sole, di questi tempi, e tu sei riuscita a ricordarcelo.
Brava
Nora

Chiara Picoco ha detto...

Già ti invidio che pensi alle vacanze, mentre io sono ancora intrappolata in un'idea di grigiore attanagliante.
Non sono mai stata in grecia, ma è desiderio da tanto, ma mi sa che anche quest'anno opteremo per qualcosa di più vicino alla nonna (sia mai che mi allontano troppo e poi mi tocca tornare perché sta male).
Non avevo ancora letto la ricetta e già mi era venuta voglia irrefrenabile di melanzane ed ecco che le metti proprio nella salsa.
Mi sa che anche io mi sono persa qualcosa!!!
Possiamo vederci a breve e scambiarci un dono reciproco? Ovviamente possiamo mangiarcelo insieme.
tanta voglia di vederti.
Tua Kikina

Simo ha detto...

deve essere davvero buonissimo Paola, le foto fanno una gola..........

nadia ha detto...

Che bontà questo rotolo, Paoletta. Tu sai quanto amo la Grecia e i suoi sapori, questo te lo copio subito :-)

Mirtilla ha detto...

una vera bonta'!!

Vanessa ha detto...

Amo la Grecia!!!...e adoro questo tuo piatto!...lo trovo davvero sfizioso!

Saparunda ha detto...

Ok, ti invidio ufficialmente per le vacanze, che io lavorando stagionalmente non posso fare. :/
Detto questo, il tuo piatto E' la Grecia, luogo che adoro con tutta me stessa e anche di più. Bellissima ricetta, bellissima presentazione e bellissime foto! Complimenti!

Elena ha detto...

Mi piace molto la tua versione, brava!

mari ►☼◄ lasagnapazza ha detto...

Ma grazie a te Paola! E grazie per questo tuo strudel salato. Ecco, tu non potevi sapere del mio amore per la Grecia e nemmeno della mia passione per la cucina greca. E mi hai proposto un capolavoro senza pari, non sto esagerando, per me questo tuo strudel è fantastico. Potrebbe sembrare scontato a una prima lettura e invece non lo è affatto. Perchè non è solo feta, olive nere e melanzane, che uno dice, vabbè, classici ingredienti della cucina greca. E' soprattutto l'idea di ammorbidire i sapori di questo abbinamento eccezionale del ripieno accompagnando feta e olive a una ricotta, e non una a caso ma a una ricotta di capra, che ammorbidisce l'insieme senza stonare con il resto e poi quel tocco geniale della scorza di limone. Ed è l'idea, per quanto riguarda la salsa, di non limitarsi a fare una semplice melitzanosalata ma di aggiungere il purè di melanzane a una besciamella e di completare con un po' di formaggio grattugiato per non farla perdere accanto ai sapori forti dello strudel. Bravissima!
Grazie mille per questa tua proposta.
Mari

fimère .b ha detto...

super gourmand et fantastique bravo
bonne soirée

La Bottega delle Muse - Laboratorio ha detto...

Hai sempre delle idee strepitose... e sei semplicemente bravissima!

sississima ha detto...

mi piace tanto questo accostamento di sapori tra la ricotta, la feta, le olive e la crema di melanzane! Un abbraccio SILVIA

Alessandra Gennaro ha detto...

quoto la mari. vai oltre gli stereotipi o meglio: li adatti ad una preparazione non pensata per loro e lo fai alla grande, con una maestria che rivela una lunga consuetudine con questi sapori e con la cucina in genere, intesa a tutto tondo, dalla tecnica al palato. Ne esce un piatto originalissimo eppure ben connotato, insolito ma convincente, ricco di personalità e di sapore. Ma d'altronde, cos'altro ci si poteva aspettare, da te?
ps. qund'è che al posto del .it mettete .marte?

Isaetta ha detto...

Io sento già il sirtaki!! Bella, bellissima proposta, mi piace proprio tanto, con la scorza di limone che da freschezza deve essere una bomba!

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails