martedì 2 ottobre 2012

Cavatelli

Non ho ricordi d'infanzia in cui mia madre si sia soffermata a giocare con me e mia sorella...lei era sempre presa tra la casa, il lavoro, badare a 4 figli, un marito e un suocero, ma non per questo ho un ricordo triste di quegli anni., anzi!
Ricordo bene che la vedevo spesso preparare la pasta fresca in casa, guardavo le sue mani muoversi sapientemente, impastare energicamente tutto e trasformarlo poi in un fantastico piatto per il pranzo della domenica! Mi sembrava una maga, mi pareva impossibile che un uovo, poca farina e un pizzico di sale potessero diventare quella delizia di impasto che io adoravo anche crudo!
E ovviamente la mia mammotta ai miei occhi era una specie di wonder-mamma, e a quel paese se non giocava con me, mica tutti ce l'avevano una mamma che faceva magie come la mia!
Crescendo e' diventato automatico affiancarla in questa attivita' imparando cosi' a fare gnocchi, tagliatelle, pisarei, garganelli e molto altro!


Quindi per me la pasta fatta in casa ha un valore emozionale grandissimo, e' una dimostrazione di amore verso chi assaggera' quel piatto in cui abbiamo messo tempo, cura e attenzioni....
I cavatelli non sono un formato di pasta tipico della mia zona, ma potevo non provare a farli?
Mi sono messa a guardare video su come si formano e mi sono impegnata moltissimo.... il risultato mi ha molto soddisfatta!
Ecco come li ho fatti io

Cavatelli

Ingredienti per circa 500 gr di pasta:
150 gr di farina 00
200 gr di acqua
1 cucchiaino raso di sale


Io ho impastato nel Ken col gancio. Ottenuta una bella palla liscia e uniforme l'ho avvolta in un canovaccio di cotone leggermente infarinato e l'ho lasciata riposare almeno mezz'ora.
Trascorso il riposo, per formare i cavatelli ho staccato dei pezzi di pasta, arrotolata con le mani sulla spianatoia per formare dei serpentelli abbastanza sottili, diciamo meno di un centimetro di diametro. Ho tagliato quindi i serpentelli a pezzi di circa 3 cm di lunghezza e quindi dato la forma ai cavatelli.
I cavatelli si possono fare a 2, 3 o 4 dita a seconda della lunghezza che preferiamo, io li ho fatti a 3 dita perche' mi piaceva cosi', ma la cosa e' soggettiva!
Ho fatto delle foto mentre li formavo, cosi' magari si capisce meglio di come possa spiegarlo.


Si appoggiano le dita sul cilindro di pasta, le si affondano dentro l'impasto e intanto si fa indietreggiare la mano continuando ad aumentare la pressione delle dita, finche' l'impasto si arrotolera' sulle dita formando l'incavo caratteristico dei cavatelli.
Si appoggiano quindi i cavatelli su un vassoio infarinato e si lasciano asciugare al fresco.


Che dite...sono venuti bene?
Un abbraccio e buona giornata
Paola
Bookmark and Share
Stampa il post

27 commenti:

strega dei gatti ha detto...

Sono bellissimiii... che fame di pasta fresca fatta in casa... Ed ho capito benissimo il sapore che dice dell'impasto ed anche di una mamma che non giocava con noi perchè aveva troppo da fare. La mia però non cucinava neanche perchè c'era la nonna a farlo per tutti noi....

Ma siamo cresciute lo stesso con dei ricordi... adesso lo fà insieme ai miei figli è una ruota che gira.

SQUISITO ha detto...

mi piace tantissimo questa pasta ma non ho mai provato!
hai fatto una spiegazione eccellente...quasi quasi ci provo!
buona giornata!

fantasie ha detto...

Ogni 15 di agosto, mia nonna, schierava tutta la famiglia e ne producevamo un quantitativo enorme... Che divertimento per noi nipoti e che incubo per la mia mamma...
Quasi quasi li rifaccio...
P.s. foto bellissime!

Federica ha detto...

I miei ricordi sono molto simili ai tuoi. Anche la mia mamma lavorava tutto il giorno e non giocavamo mai insieme. Ma la sera era capace di fare le 3 di notte in cucina per variare sempre il menù e non dover ricorrere ai piatti pronti del supermercato. E in fondo per me era diventato un gioco aiutarla quando il fine settimana di dedicava a qualche dolcetto. Credo mi sia nata proprio da lì la passione per la cucina e ciò che ci ruota intorno.
I tuoi cavatelli sono perfetti. La mia (prima) e unica prova fu un disastro, tanto che ripiegai sui garganelli. E dire che non sembravano tanto complicati. Mi hai fatto venire la voglia di riprovarci. Un bacione, buona giornata

EVELIN ha detto...

Ma che brava!!!! Sono perfetti...non so se io ci riuscirei!!! Complimenti

Marina ha detto...

Bravissima !!! Non è facile fare la pasta senza uovo...anch'io la faccio impastare dal kenwood ma dopo la lavoro sul tavolo per almeno 20 minuti...lo prendo come una lezione di fitness..!! Quindi sei una Milanese finta....è una pasta meridionale ! Come la condisci..?

piccoLINA ha detto...

Grazie ragazze!!!!
Marina...sono una milanese curiosa, quindi mi piace provare di tutto! perche' limitarmi alla mia regione quando ce ne sono tante altre con una cucina fantastica?!?!?! :-)
Li ho conditi con un sugo semplice di pomodori, capperi e olive... buoni davvero!
Un abbraccio!

Marina ha detto...

Infatti...io sto preparando un post su un risotto!!!!
A presto !

pamelina ha detto...

sei stata molto brava, sonno bellissimi!
Il ricordo di un gesto, un profumo, un piatto sono straordinari e ce li dobbiamo tenere stretti nel cuore :)

Acquolina ha detto...

sono bellissimi! che manine d'oro! :-D

Les créations de Cry ha detto...

fantastici brava come sempre.
ps. mi devi dare qualche lezione di cucina ...... ok? ciao societta un abbraccio cry

l'albero della carambola ha detto...

Sono venuti benissimo!!! Che meraviglia, Paola cara...
bacione
simo

Fataricotta ha detto...

La mia mamma sapeva solo scongelare.... Ma in compenso ho avuto una nonna meravigliosa. La pasta fresca mi manca, proveró il tuo impasto ma sul formato che ne uscirà non garantisco.....
Un abbraccio,
Sara

grEAT ha detto...

bellissimi! ma sai che somigliano moltissimo, ai nostri skioufichta? praticamente uguali!!!

irene

Chiara Picoco ha detto...

Paoletta mia e con che sugo gli hai fatti questi meravigliosi cavatelli?

mari ►☼◄ lasagnapazza ha detto...

Non sono venuti bene...sono venuti benissimo!!! li faccio spesso. come anche le orecchiette, le sagne ‘ncannulate etc. etc. Adoro la pasta fresca in tutti i formati del mondo. ciao. mari

veronica ha detto...

paola ero venuta per ammirare i cavatelli perche' è il formato di pasta che più amo fare con i miei figli.....ma poi ,poi ho letto le prime righe e le lacrime hanno preso il sopravvento, mi mamma è unacasalinga ,ma il problema sono io,ho una pizzeria sono presa dal lavoro non solo nella mia attività ma anche da torte decorate ,buffet .e il pensiero che mi ha mangiato sempre il cervello è proprio questo.I miei FIGLI che si ricorderanno di me come una mamma super impegnata stressata che va sempre di fretta e che per non far sentire la mancanza li riempie di vizi :(((( che vergogna proprio io ,che sono cresciuta in una famiglia dove le mmamme sono a casa ! per questo motivo almeno gli ultimi due lavori anche se mi appagano e sono quelli che mi fanno sentire realizzata , beh li sto quasi eliminando a malincuore ...per stare quel poco che ci sto a casa almeno con loro :( adoro questi cavatelli oggi ancor di più e ti sono venuti benissimo ho delle foto scattate mi sa messe su fb delle gemelle che li fanno ( le loro manine si vedono ) ^.^

Simo ha detto...

che brava Paola!
E che bello rispolverare ogni tanto le ricette del ricordo....
bellissime foto!
bacio

piccoLINA ha detto...

Ma che bello.... sono contenta che siano piaciuti a tutte i miei cavatelli!
Kikina, li ho conditi con un sugo di pomodoro, olive e capperi, molto gustoso!
Veronica... lascia da parte i sensi di colpa, facciamo il meglio che possiamo per i nostri figli e sono certa che i tuoi lo apprezzaranno!

Un abbraccio a tutte!

Teresa ha detto...

ooo quanti ricordi, li adoro.. li faceva sempre mia nonna e mi insegnava a farli quando ero piccina.. li mangiavamo sempre con pomodoro e verdure.... mm che bontà!!

valentina barone ha detto...

ma sono bellissimi, io ho sempre un pò para ha fare la pasta fatta in casa perchè spesso viene fuori uno sgorbietto...quante volte ci ho provato!! credo sia un fatto di abitudine!! i tuoi sono davvero belli, altrochè, sono venuti benissimo!!

Chiara Malavasi ha detto...

Direi perfetti!

Terry ha detto...

Direi che sono venuti benissimo!!
Anche io adoro fare la pasta fresca tanto che nella mia dispensa ci sono solo degli spaghetti per piatti al volo, per il resto la faccio sempre io. Complimenti!

Alberto ha detto...

Per la preparazione dei cavatelli vi consiglio di provare questa macchinette e veramente pratica e veloce.

http://rag-grieco.com/Macchina-per-pasta/Macchina-per-cavatelli-e-gnocchetti-sardi.html

sississima ha detto...

brava, io non li ho mai preparati, un abbraccio SILVIA

ann@... ha detto...

ma!!! sono perfetti... li proverò molto volentieri-.-'

Enrica ha detto...

Sto imparando a fare i cavatelli grazie al tuo post, ho messo il link alla tua pagina nella mia ricetta...
http://www.unacenaconenrica.com/wp/2012/12/03/la-strada-dei-ricordi-cavatelli-al-pomodoro/
I primi erano enormi, alla fine sono venuti meglio ma comunque buonissimi.

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails