martedì 20 dicembre 2011

Panoni di Natale e tanti auguri!

Quando penso ai Panoni di Natale ricordo una magnifica giornata trascorsa a Bologna da Bea, diversi anni fa, quando ci eravamo ritrovati tutti da lei per scambiarci gli auguri di Natale! Come sempre ognuno di noi era arrivato con qualcosa e Bea ci aveva aperto la sua casa, ci aveva coccolati coi suoi incredibili tortellini in brodo e ci aveva regalato questi fantastici Panoni di Natale o Certosini, un dolce tipico di Bologna! Ovviamente era scattata subito la richiesta della ricetta e lei senza farsi pregare ci ha spiegato tutto per filo e per segno!
Da allora li preparo ogni anno da regalare a parenti o amici piu' cari e ogni volta il successo e' assicurato, piacciono davvero a tutti. Questo giro li ho preparati durante la giornata pasticciosa con Chiara , la cosa divertente e' stata decorarli, ci scopiazzavamo come durante un compito a scuola...ahahah! e per la cronaca, ero io che copiavo lei  ^_____^ !
Vi copio la ricetta cosi' come Bea l'aveva scritta per noi!

"Ecco la ricetta dei Panoni di Natale (mia mamma li chiama così, anche se assomigliano più ai certosini che ai panoni, che si fanno entrambi a Bologna, ma sono due cose diverse)
Vi scrivo la dose per una decina di certosini delle dimensioni di quelli che vi ho portato (peso della pasta cruda circa 180 g l'uno), mia madre li fa invece grandi, in uno stampo da ciambella, con questa dose ne verranno due o tre, a seconda delle dimensioni dello stampo. Mi raccomando, metteteli comunque in uno stampo imburrato ed infarinato, non direttamente sulla placca, anche se la pasta sembra consistente, perchè altrimenti si allargano e appiattiscono.

Le quantità di frutta secca sono comprensive di quelle da utilizzare per la decorazione, quindi tenetene da parte un pò da mettere sopra, poi tritate il resto per l'impasto.
I canditi vanno solo sopra, l'uvetta solo dentro.

Panoni di Natale - di Bea
Ingredienti:
600 g di farina
400 g di mostarda (attenzione, è una marmellata bolognese, niente a che vedere con quella di Cremona, mi raccomando. In alternativa marmellata di prugne nere)
100 g di mandorle pelate
150 g di uvetta
100 g di noci sgusciate
50 g di cioccolata fondente
250 g di zucchero
50 g di burro
350 g di canditi misti (arancio, cedro, ciliegine, canditi colorati misti)
2 uova
1 bicchierino di liquore dolce
1 cucchiaino di spezie miste (qui vendono una miscela già tritata, comunque ci vanno cannella e chiodi di garofano)
2 bustine di lievito per dolci (vorrei provare a diminuire, si sente un po’ il retrogusto)

Fate la fontana con farina setacciata con il lievito, le spezie e lo zucchero, mettete al centro la mostarda, le uova, il liquore e il burro ammorbidito, mescolate un pò, poi aggiungete tutti gli ingredienti tritati grossolanamente (io ho tritato un po’ anche l’uvetta, c’è a chi non piace, così si maschera un po’..) e impastate il tutto.
Vi consiglio di impastare in una grande ciotola, evitando di usare le mani, altrimenti restate invischiati nell’impasto e dovete aggiungere un sacco di farina per liberarvi (come fa mia madre, che ieri ha ammesso che i miei erano più morbidi e buoni, proprio perché non ho aggiunto farina). Alla fine infarinate abbondantemente la spianatoia, versatevi l’impasto e appiattitelo con le mani infarinate, poi usate una grande spatola per porzionare l’impasto, maneggiandolo velocemente per formare dei rotoli (se usate gli stampi a ciambella) o delle palle (se usate stampi piccolini). Eventualmente usate le mani inumidite per sistemare l’impasto negli stampi. Decorate con frutta secca e canditi a fettine.
Cuocete a temperatura media, 170/180° per il tempo necessario a colorirli (il tempo dipende dalle dimensioni ovviamente, quelli piccoli li ho cotti per una mezzora, con ventilato a 170°). Una volta cotti, spennellateli con un po’ di miele scaldato e rimetteteli in forno per due minuti (anche spento).
Si conservano a lungo, anzi andrebbero preparati con notevole anticipo, diciamo una ventina di giorni prima di Natale."

Io ho usato 2 bustine di lievito e il retrogusto non si sente, sicuramente dipende dalla marca di lievito. Non avendo la mostarda bolognese ho usato la marmellata di prugne suggerita da Bea.
Ho fatto qualche foto ai vari passaggi della preparazione:

E il risultato finale e' questo, prima e dopo la confezione!

e ho anche i certosini fatti da Bea, guardate che meraviglia i suoi a forma di stella!!!!!




E con questa ricetta di famiglia ne approfitto per pubblicizzare la bella iniziativa di Rosemarie e del condominio di Cucina Italiana per raccogliere fondi per i bimbi di Rocchetta Vara! Rosemarie ha creato un bellissimo calendario che verra' inviato gratuitamente a chi effettuera' una donazione per aiutare questi bimbi, quindi vi chiedo davvero col cuore in mano, di cliccare QUI e di andare a leggere tutto da Rosemarie!

In ultimo, ma non meno importante, vi lascio i miei piu' cari e sinceri auguri per un sereno e felice Natale, che sia ricco di abbracci, di sorrisi e profumi di famiglia! 
Mi spiace non riuscire a passare personalmente da tutti, cosi' li lascio qui! Sappiate che a Natale un pensiero sara' davvero per tutti gli amici virtuali (e non ) che ho avuto la fortuna di incontrare!
Vi voglio bene!
Paola

E con questa ricetta partecipiamo al contest organizzato dal Molino Chiavazza: La tradizione del Natale.

e al contest di Francesca: e tu a natale che dolce fai?

Bookmark and Share
Stampa il post

9 commenti:

Patrizia ha detto...

Questi panoni mi piacciono proprio e con tutta quella frutta secca e quei candidi devono essere eccezionali!!! Buon Natale anche a te amichetta del web e un sereno 2012!!! Un bacione!!

l'albero della carambola ha detto...

Oh Paola...evviva i panoni! Che non cnoscevo nella maniera più assoluta...bellissimo post :-) tanti dolcissimi auguri anche da parte di noi "carambole"...Un abbraccio
simo

Francesca ha detto...

Intrigante questa ricetta.Perchè non partecipi al mio contest?
http://pannacioccolatoefantasia.blogspot.com/2011/11/contest-e-tu-natale-che-dolce-fai.html
Ti aspetto!!!!!

Ely ha detto...

Ciao Paola ma che belli che sono questi dolci e auguri a te cara amica che quest'anno ho avuto il piacere e la gioia di abbracciare! Un bacio e auguri di un felice Natale!!!!

Chiara Picoco ha detto...

evviva Paoletta, finalmente anche sul tuo blog. Io l'ho assaggiato, uno me lo sono regalato, che bontà!

fantasie ha detto...

Sai che non sapevo che ci fosse una differenza fra le mostarde?
Auguri anche a te da me! :*

Meg ha detto...

Squisiti questi panoni, non li conoscevo proprio! prendo nota e rifarò al più presto. grazie dell'idea!

mammadeglialieni ha detto...

belli davvero e ottima idea per un regalo goloso!
penso che li proverò!

Eleonora ha detto...

bellissimi, e quelli a forma di stella sono proprio stupendi, brava!

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails