martedì 26 luglio 2011

SOUFFLE’ GLACE’ RICOTTA E CANNELLA CON FICHI E SALSA MOU

di Vittoria



Premetto che non amo tanto i dolci e sono in difficoltà a proporli proprio perché il sapore dolce per me è sempre eccessivo.
Ma questa volta mica posso tirarmi indietro e rinunciare alla sfida no? NO NO, non è da me. Armiamoci di coraggio e mettiamoci a studiare. Infatti con questa ricetta partecipo all' MT Challenge di Luglio.
Grazie a Ale e Dani che continuano a darci questa bella occasione e a Loredana che ha proposto questa ricetta fredda. Certo la zuppona poteva essere interessante, ma il divorzio assicurato!!!!
Quindi, armata delle migliori intenzioni, mi procuro tutti gli ingredienti e una sera mi metto lì in cucina a pastrocchiare facendo un errore colossale: nel frattempo preparo la cena e i famigliari a turno piombano, aprono il frigo, bevono, mangiucchiano, PARLANO, MI PARLANO …e io perdo il filo e la concentrazione, mi distraggo e non presto la dovuta attenzione a quello che stò assemblando.
Visto il nervosismo crescente e la confusione in cucina non percepisco che se il mio soufflé sarà fatto con la ricotta invece che con lo yogurt, avrà già una percentuale di grassi maggiore e sarebbe necessario ridimensionare l’aggiunta di panna. NO NO, vado avanti come uno schiacciapietre con le dosi di Loredana.
Lo scoglio peggiore però è stato quello di fasciare i contenitori prescelti che ovviamente non avevano le pareti dritte, ma belle svasate e avvolgerle con la carta non è stato niente facile. Alla fine ho risolto con 1 km di nastro adesivo e facendo una bella plissettatura, ma per 4 coppette ci ho messo un’ora e ho rischiato il divorzio.





Eccovi la ricetta che ho preparato; quella originale a base di yogurt e composta di frutta la trovate da Loredana




SOUFFLE’ GELE’ RICOTTA E CANNELLA CON FICHI E SALSA MOU
Come prima cosa ho fasciato i contenitori scelti per fare i “soufflè” in modo da alzare il bordo di almeno 3 o 4 cm. ….vedi sopra richiesta di aiuto al marito e conseguente rischio di divorzio: lui non poteva capire perché dovevo alzare il bordo, con molto senso pratico ha suggerito di prendere coppette più grandi!!!! GIA’!!!
Una volta fasciate ho sistemato 3 spicchi di fico nero aderenti al bordo del contenitore (scelto trasparente, ovvio). Ho sistemato al centro una palletta di stagnola e pellicola che tenesse gli spicchi aderenti ai bordi e messo tutto in freezer.

Passiamo al composto vero e proprio.

Meringa italiana
100 gr albumi (circa 3 medi)
200 gr zucchero a velo
100 gr acqua x sciroppo
Messo a montare gli albumi nel ken con un pizzichino di sale
Fatto sciroppo di zucchero a 121° (termometro)
Colato a filo sugli albumi in montaggio e continuato a montare fino a raffreddamento (quasi, non ho pazienzaaaa). Bellissima massa lucida e compatta Mi sono sentita bravissima!

Panna montata
200 gr di panna liquida ben fredda, montata senza zucchero

Composto di ricotta
250 gr di ricotta freschissima presa da un caseificio pugliese (I Trulli) che la produce a Genova. Quando l'ho comprata era ancora calda!!!!
1 cucchiaio di cannella in polvere, ma dosatevi assolutamente a gusto.
Qualche cucchiaio di latte per rendere tutto cremoso, la ricotta era molto soda.

Ho quindi unito la panna alla ricotta e poi la meringa, ma ne ho usato circa due terzi, non di più.

Riempito le coppette (naturalmente prima ho tolto le pallette di carta dal centro) fino a 2 cm oltre il bordo e messo in freezer a rassodare.

Il giorno dopo

Salsa mou
In un padellino antiaderente ho messo zucchero, circa 100 gr, lasciato sciogliere e caramellare, poi ho aggiunto piano piano 100 gr di panna liquida, mescolando sempre. Qualcosa non ha funzionato bene perché una parte dello zucchero con panna si è improvvisamente ammassato al centro facendo proprio una specie di croccante gusto mou.
Poco male, l’ho estratto dal pentolino, fatto raffreddare, rotto in briciolotti e usato per decorare.

Ho estratto il soufflé dal freezer almeno un’ora prima di servirlo. Dopo mezz’ora l’ ho passato in frigo.

Al momento di servirlo ho tolto la carta, pareggiato un po’ il bordo, sistemato al centro di un piatto, aggiunto un fico nero sodo affettato sottile, completato con 2 cucchiaini di salsa mou e un po’ di briciolotti di croccante.




NOTE
all’assaggio mi è sembrato subito troppo grasso e dolce, ma il marito che è un golosone ha detto che è buonissimo. Sono proprio io che con i dolci non vado d’accordo.
Il fico all’interno si è rivelato abbastanza inutile, inoltre gelandosi perde gusto e consistenza. Da eliminare.
Il fico affettato di accompagnamento invece ci sta davvero bene, la freschezza e leggera acidità compensa bene la cremosità del soufflé ed è in armonia con la ricotta e la cannella, tutto ben completato dalla salsa mou con il suo sottofondo leggerissima mante amarognolo.
E’un dolce …………… dolce senza mezze misure! Per me un po’ troppo! Bisogna prepararlo in dosi minime perché sazia …e stufa presto, però è goduriosissimo!

Con questa ricetta partecipiamo all'MT Challenge di Luglio

Bookmark and Share
Stampa il post

19 commenti:

LAURA ha detto...

Mi sembra buono e mi piacerebbe assaggiarlo!!!
Come ti capisco con la storia della carta intorno al vasetto del soufflè.......
In bocca al lupo per il contest.

PolvereDiStelle ha detto...

Hai un blog carinissimo e ti seguo volentieri!
Se ti va di dare un'occhiata al mio piccolo mondo,sei la benvenuta!Lo troviqui!

alessandra (raravis) ha detto...

sulla plissettatura del km di scotch, ho rischiato le convulsioni.
Che mi son venute quando ho letto del solito senso pratico dei mariti- e delle coppette più grandi.
Solo che sono le 6.01 del mattino e più che strozzarmi col caffè americano non posso :-)

Passo alla ricetta: geniale la storia della palletta, per congelare i fichi attaccati ai bordi del contenitore. Perfetto l'abbinamento ricotta-fichi-cannella- mou, ma se lo vuoi meno dolce azzarderei uno sciroppo al vin brulè o,premendo proprio sull'acceleratore del contrasto, una glassa al balsamico. Io, però, son della scuola di tuo marito- il dolce, dolce (e ci bevo pure sopra vino dolce)- e quindi, se non ti dispiace, la prossima volta che ci vediamo... tanto, ne hai ancora un po' nel freezer, no????? :-)))))
grandissima, come sempre
ale

Federica ha detto...

Chi la dura la vince e mi pare proprio che l'hai vinta alla grande la tua sfida al soufflè. Tra cannella, fichi e salsa mou sono in delirio :D! Bacioni

piccoLINA ha detto...

Vitto.... sei la migliore...!!!! Ahahah! E meno male che alla fine hai deciso di postarla la tua versione perche' mi sembra davvero favolosa!!!! E il particolare delle fettine di fico cosparse di salsa mou mi fa commuovere.... che buono!!!!
Un bacione strega bella!!!

Loredana ha detto...

Se divento pure responsabile dei divorzi vado via!!
Ho già una sfilza di anatemi sul collo, per la confezione degli stampini, che per smaltirli dovrò necessariamente rivolgermi a una fattucchiera!!
Mi piace molto questa scelta dell'abbinamento e, nonostante si sia rivelato inutile, il fico nel bicchiere è molto coreografico!
complimenti loredana

Vitto da Marte ha detto...

Buongiorno!
@ Loredana tranqilla, ogni volta che chiedo aiuto al marito finisce in semi-rissa, quindi..... meglio arrangiarsi da sole!
@ Paola non ti commuovere, dai che poi spunta la lacrimuccia e diluisce la mou (che buonaaaaaa)
@ Fede grazie, provala e sentirai!
@ Ale grazie dei suggerimenti, da provare, ne ho ancora 2 in freezer e la mou è stata spazzolata a cucchiaiate da chiunque passasse in cucina. Se vuoi passare fai da cavia, tanto non mi sembra che ti dispiaccia! :-)
@ Polvere di stelle.....passo passo, grazie!
@ Laura .....un vero delirio!
Ma non esistono stampini con bordo apposito staccabile per questi maledetti soufflè glacè?
hihihihihi ...li mettiamo in produzione?

Mapi ci sei? regina della caccavella illuminaci tu!
Baxi, Vitto

Vitto da Marte ha detto...

Ha ha ha polvere di stelle, ma hai un blog di make-up!!!!!
che ridere, se tu sapessi....praticamente non mi sono mai truccata in vita mia!
..mi sa che io sono quella pigra, ma non mi sono mai sentita brutta per la mancanza di trucco! Semmai per la ciccia, quella si! :-)
Dai, magari ora imparo qualcosina! :-))))) grazie!
Vitto

๓คקเ ☆ ha detto...

Mi sono cappottata dal ridere a pensare alla scena di Antonio che si domandava perché fasciare il bicchiere anziché usare la coppetta più grande! :-D
Risultato fantastico, abbinamento con la salsa mou eccezionale!
Grande come sempre, Vitto!

cristina b. ha detto...

vitto, sei un vero mito, sono morta dal ridere! il marito con la sua coppetta più grande mi ha fatto stramazzare sulla tastiera!!! anch'io ho usato km di scotch: quello da pacchi...
versione strepitosa, bravissima!

Aria ha detto...

qui...superiamo tutti! adoro la tua versione, fantastici abbianmenti e bella la "coreografia" del fico!!!!

l'albero della carambola ha detto...

Anch'io ragazze mi commuovo di fronte alle fettine di fico così chic e golose...questo dolce è pazzesco...copio per i momenti di "ispirazione"...complimenti!
simona

Ilaria ha detto...

Vitto...ma sei tu?? Mi fai morire con questa fico-puntata..pensa che a me i dolci fanno impazzire,e vedere queste foto a quest'ora..ho la bava!!! ma sei tu, ti sei tolta gli occhiali da sole e sei andata su Marte? comunque brava,ciao Ilaria!

Ombretta ha detto...

Anche se non ti piacciono i dolci mi sembra che ti sia riuscito benissimo! Ciao

sulemaniche ha detto...

una bella ricetta che mi permette di conoscere una nuova amica..che colpo di fortuna! un bacio!

rebecca parodi ha detto...

Magnifico!! Se vuoi puoi sostituire con le pere Williams... ho fatto una cosa similiare ultimamente (io AMO i dolci),ed ho usato le williams caramellate come cuore della bavarese.... cmq la faccio che dev'essere spettacolare!!

Bea ha detto...

Mmmmmmm, che golosità questa ricetta, anche la variante con pere suggerita da Rebecca mi pare invitante, per una versione più invernale. Ciao Vitto, tutto ok? Miftah come sta?Chissà com'è cresciuto. Io ho perso di vista Matteo, lassù, verso il metro e novanta...

Cinzia ha detto...

io sto ancora ridendo dei commenti a detrazione -tutti tuoi eh!- di fronte a un dolce che, per me che amo i fichi, la mou, la ricotta e la panna, cioe >TUTTI< i tuoi ingredienti, capirai, me lo sogno di notte...!
per me sei stata bravissima

dauly ha detto...

anche io avevo le coppette svasate, e nessuna mano amica (?) ad aiutarmi, 'na faticata con certe imprecazioni poco degne ad un donnino di mezz'età come me!
azzardo un parere, il caramello si è cristallizzato perchè forse la panna l'hai messa fredda?
parere numero due, coi fichi e la cannella ci avrei visto benissimo anche una riduzione di vino rosso, io li faccio sempre per accompagnare i tomini alla piastra, squisiti!
pareri non richiesti a parte, quel caramello colante mi fa un effetto slurp da gocciolina!

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails