giovedì 13 dicembre 2012

Ricette di famiglia: il mirto!

Prendete una assolata domenica di fine novembre, mettete 4 amiche che decidono di trovarsi in quel di Carmagnola per andare a mangiare nientemeno che il gran fritto piemontese.... immaginate quante chiacchiere, abbracci, risate e allegria ci puo' stare dentro una bellissima mansarda attorno ad un tavolo imbandito di dolci e liquori.... Ci sono giornate che nascono perfette fin da quando sono solo un'idea! Quella domenica e' stata una di queste giornate perfette!



Cosi' io, Vitto, Nadia e consorte ci siamo trovati da Miriam che ci ha ospitati in compagnia di altri amici.
Come sempre ognuna aveva portato un "dolcino digestivo" da gustare tutti insieme dopo il pranzo piuttosto "impegnativo" (da leggere: felicemente impegnativo! Leggete qui sotto!)


Miri tira fuori dal freezer niente meno che il mirto chiaro fatto dalla sua mamma. Intanto io non sapevo che esistesse un mirto chiaro, ma lei ci spiega che e' un mirto piu' pregiato perche' meno diffuso. Ed e' bastato un piccolo assaggio per apprezzarne la bonta'!
Orgogliosissima del successo di questa produzione casalinga mi ha fatto avere la ricetta della sua mamma! Potevamo tenercela tutta per noi? In effetti si, potevamo.... ma in fondo siamo buoooooone, quindi ecco qua!


Mirto bianco - della mamma di Miriam

Ingredienti per 2 litri di liquore:
1 litro di alcool
300 gr di mirto
700 gr di zucchero
1 litro di acqua
Far macerare il mirto nell’alcool per 30 giorni.
Mettere lo zucchero nell' acqua fredda e scioglierlo. Metterlo a bollire sempre mescolando. Appena arriva a bollore lasciare due o tre minuti e spegnere. Far raffreddare.
Scolare il mirto dall’alcool e spremerlocon la centrifuga  o con il passa pomodoro.
Colare l'alcool per eliminare eventuali semi. Aggiungere lo sciroppo freddo e mescolare.
Lasciare riposare un mesetto prima di bere.

Ovviamente la stessa ricetta funziona benissimo anche per il mirto scuro!
Va tenuto in frigo o addirittura in freezer per gustarlo freddissimo!

Io personalmente ringrazio tantissimo la mamma di Miri per questo regalo! Avendolo assaggiato non posso che consigliarvi di farlo, e' ottimo!

Un abbraccio
Paola
Bookmark and Share
Stampa il post

12 commenti:

grEAT ha detto...

nemmeno io conoscevo questo mirto, pur conoscendo il liquore.
quel gran fritto..... mamma mia!!!! semplicemente meraviglioso.


nadia ha detto...

Una giornata splendida, rigenerante, come sempre quando la passo con le mie care amiche, peccato che la distanza non ci consenta di incontrarci più spesso. L'ospitalità di Miri è squisita come i mirti della sua mamma, bianco e nero, che ho gustato entrambi, naturalmente! :-)

l'albero della carambola ha detto...

Chissà che giornata meravigliosa avete trascorso insieme...siete bellissime ragazze! Il mirto fatto in casa mi sembra una super sciccheria. Io non mi cimento...ma passo subito la ricetta a mia mamma! Un abbraccio
simo

SQUISITO ha detto...

ma che bella giornata e grazie per la ricetta del mirto...introvabile pronto dalle mie parti!
bacioni

fantasie ha detto...

Un bacio enorme a tutte voi! E quanto mi piacerebbe essere con voi in queste occasioni... mangerecce! :D

Edith Pilaff ha detto...

Anch'io non conoscevo il mirto bianco,e dire che sono sarda....Che menu sensazionale,con le granelle di vitello!!
Un salutone.

sississima ha detto...

brava, così se mi viene in mente di prepararlo seguirò la tua ricetta, un abbraccio SILVIA

diana ha detto...

Ciao Bellissime!!!!!!!!!!!
Diana da Bordighera

diana ha detto...

Ciao Bellissime!!!!!!!!!!!
Diana da Bordighera

la belle auberge ha detto...

Sono completamente d'accordo; non c'e' niente di meglio di una giornata trascorsa con gli amici piu' cari , gustando pietanze squisite condite da tanta allegria. Grazie per aver condivisio la preziosa ricetta, anche se trovare quel mirto sara' impresa dura.
Un abbraccio a tutte e auguri di Buon Natale!

anna ha detto...

bellissimo vedervi tutte insieme.....che peccato non essere stata insieme a voi...:(
vi abbraccio tutteeeeeeeeeeee

Anonimo ha detto...

sapiate che in Sardegna e noto che il 13 dicembre per tradizione è la data in cui si inizia a raccogliere il mirto, cioè raggiunge il grado di maturazione.Forse è una coincidenza ma avete festeggiato Santa Lucia alla grande . Tante belle cose un Sardo

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails