giovedì 15 gennaio 2015

Di bentobox e hamburger di verdura!

I gastrofighetti alla moda li chiamano bentobox...che si sa...sti paroloni moderni ci danno un tono da veri intenditori, da gente al passo con i tempi!
Qui da me si chiama schiscetta! La pronuncia e' con la e' aperta, alla milanese appunto!
Se andassi dall'Adele a dirle che "stasera cucino abbondante perche' devo preparare il bentobox", minimo mi sgrana gli occhi e mi guarda malissimo e un attimo dopo:
"Sa l'e' al bentobos?" (nel dialetto la x non esiste!!!)
"Mamma dai... devo portare il pranzo in ufficio!"
"....la schisceta!" (che in dialetto ci mangiamo una t) e la sua espressione ora e' decisamente divertita!
"Si mamma...la schiscetta!!!!! Non ti piace bentobox?"
"Son nanca buna de dil! Ti ciamala ma ta par, ma l'e' sempar na schisceta!" (Traduco:non sono nemmeno capace di pronunciarlo! Tu chiamala come ti pare, ma e' sempre una schiscetta!)

Appunto! (Io adoro questa donna!!!!)
Cosi' la sera mi preparo la schiscetta e questi hamburger di verdura ci sono finiti dentro accompagnati da una bella insalata mista e il giorno seguente sono stati un pranzo ottimo!


Hamburger di verdura - Paola
Ingredienti:
50 gr di spinaci lessati
50 gr di ricotta
1 patata lessa
1 carota
1/2 cipolla
1 lattina di ceci
2 cucchiai di semi di sesamo (+ altro facoltativo x cospargere)
2 cucchiai di maizena
sale e pepe q.b.

Mettere del mixer gli spinaci e la patata lessi, la ricotta, i ceci scolati dal liquido di conservazione, la cipolla e la carota (cruda) pulite e frullare fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Versare in una ciotola e aggiungere il sesamo e la maizena, regolare di sale e di pepe e usando le mani fare quindi delle palline e schiacciarle poi sulla carta forno per ottenere la tipica forma ad hamburger. Cospargere di altro sesamo e infornare a 180 gradi per circa 35 minuti.
Servire con abbondante spruzzata di limone!

Se si fanno dei mini hamburger, sono ottimi come finger food per l'aperitivo o un buffet.

Buona giornata
Paola

Bookmark and Share
Stampa il post

8 commenti:

Jeggy ha detto...

Wow! Buoni! >>Mi stuzzica l'idea!

Simo ha detto...

Paola, sono morta leggendo il dialogo con l'Adele...sarebbe potuto essere lo stesso esatto con la Luigia, ovvero mia mamma settantaduenne!!
Sai cosa ti dico?
Che io gastrofighetta non lo sono per nulla, sono una lombarda ruspante che la "schiscetta" la adora, anche con una sola t, e quello che tu ci hai messo dentro mi piace da matti, pensando anche a mia figlia che non ama la verdura...potrebbe essere un'ottima idea per camuffargliela un pò!
Bacioni grandi

Eleonora Gambon ha detto...

Sai che paninozzo con questi hamburger vegetali?!?

Patalice ha detto...

...anche nel bresciano la si chiama così, e non mi sento abbastanza milanese imbruttita da usare quel termine lì....
comunque la ricetta fa decisamente per me, e per la mia voglia costante di burger... che se ogni tanto non sono carnivora fino al midollo che male c'è?!

consuelo tognetti ha detto...

ahahah..troppo simpatiche ^_^
Carina l'idea di questi burger, immagino quanto sia stata piacevole la tua pausa pranzo ^_^

La Pasta Risottata ha detto...

Bellissima idea!! Bentobox??!! Sai...vivo in Spagna e sono fuori dal giro,ma a me suona a nome di medicinale ^-^ Molto meglio hamburger di verdura!
Te li rubo! Grazie. Un abbraccio
Vera
Non ricordo se ti ho giá invitata a partecipare al mio contest...boh...ultimamente sono un po' fusa...beh:se ti va ti lascio il link e se l'ho giá fatto scusami

sississima ha detto...

buoni i tuoi hamburger di verdura, li potrei preparare con le verdure del mio orto, un abbraccio SILVIA

Vitto da Marte ha detto...

Paola ma che buoni sono? quasi come i miei burger vegan, basta eliminare la ricotta! Ora li provo, poi cerco di postare la ricetta dei miei di lenticchie verdure e orzo, saporitissimi accompagnati da una fantastica maionese vegan, senza uovo, perfetta per i periodi caldi quando l'uovo crudo crea tanti timori.

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails