mercoledì 11 marzo 2015

Tonno di coniglio

Ricordo la vicenda del tonno di coniglio come se fosse ieri...in realtà sono passati credo una decina di anni! Mi stavo affacciando al mondo dei forum di cucina e per la prima volta sento parlare di questo tonno di coniglio che mi ha incuriosito tantissimo, tanto da fare una raccolta di tutte le ricette che trovavo online e studiarmele di tanto in tanto col desiderio di provarlo....ecco...ci ho messo solo 10 anni a decidermi a cucinarlo! Chissà perchè poi! ah no...lo so il perché! Perché le ricette erano tutte diverse una dall'altra e io non riuscivo a scegliere quale potesse piacermi di più...quindi nell'incertezza ho sempre rimandato!
Non so cosa sia scattato poi per farmi decidere....ma sono contenta di averlo fatto!
Mi sono letta ancora una volta tutte le ricette, poi le ho messe via e ho fatto di testa mia usando quello che mi piace!
Questa quindi è sicuramente l'ennesima ricetta di tonno di coniglio, ma è la mia!


Tonno di coniglio - Paola
Ingredienti
1 coniglio intero (il mio era circa 1,2 kg)
2 carote
1 porro
1 cipolla
1 patata
1 pezzo di sedano
4 foglie di alloro
3 bacche di ginepro
2 chiodi di garofano
3 grani di pepe rosa
sale

altri ingredienti:
alloro
rosmarino
salvia
aglio
pepe
olio extravergine di oliva

Lavare, pulire e tagliare a pezzi il coniglio (io ho eliminato la testa).
In una pentola capiente mettere tutta la verdura e gli aromi, riempire di acqua e portare a bollore. Aggiungere quindi il coniglio e il sale e lasciar sobbollire per un paio di ore.
Spegnere il fuoco e lasciar raffreddare il coniglio dentro il suo brodo.
Una volta freddo, togliere il coniglio dal brodo e staccare tutta la carne dalle ossa cercando di non sbriciolarla troppo.
Invasare alternando strati di carne a foglie di alloro, rosmarino e salvia fresca, spicchi di aglio a fette e grani di pepe. Coprire con olio extravergine, chiudere i vasi e conservare in frigorifero.
Consumare dal giorno successivo, io l'ho mangiato dopo due e la carne ha preso bene il sapore degli aromi usati.
Buonissimo!

Il brodo avanzato si puo' utilizzare per farne una minestrina o un bel risotto. Ha un sapore delicato.
Il tonno di coniglio e' anche una bella idea per un pic nic...mi porto avanti pensando che ormai la primavera si avvicina!

Buonissima giornata a tutti
Paola

Bookmark and Share
Stampa il post

8 commenti:

La Pasta Risottata ha detto...

Ahahahah!! Ricordo anch'io tutte le ricette sul tonno di coniglio e anch'io,come te,non ho mai saputo scegliere e alla fine,contrariamente a te,non l'ho prorpio mai fatto.
Bello il tuo;lo aggiungo alla lista dei tonni di coniglio ;-)))))))
Un abbraccio
Vera

simonetta ha detto...

Sempre visto in macelleria, mai provato, ma essendo la curiosità femmina, appeno ne avrò l'occasione lo sperimenterò. Una domanda: si può conservare previa sterilizzazione?

piccoLINA ha detto...

Evvai Vera...allunghiamo la nostra raccolta!!! :-)
Simonetta, sinceramente non ho provato a sterilizzare e conservare ma credo si possa fare tranquillamente, solo non ti so dare un'indicazione poi per la durata...io non mi fiderei a conservarlo per molto tempo... Ma davvero lo trovi gia' fatto in macelleria??? Io non l'ho mai visto!

Baciiiii
Paola

consuelo tognetti ha detto...

Non sono amante della carne di coniglio , pensi che verrebbe bene anche con il pollo??? Questa ricetta mi ispira moltissimo e sarei proprio curiosa di provarla...

Ella Pink ha detto...

Sembra buonissima, la proverei con il pollo perchè non mangio il coniglio! Mi piace il tuo blog, ti seguo :)

Ella Pink ha detto...

Sembra buonissima, la proverei con il pollo perchè non mangio il coniglio! Mi piace il tuo blog, ti seguo :)

sississima ha detto...

forse l'ho anche assaggiato 1 volta...è di un buono esagerato! Un abbraccio SILVIA

piccoLINA ha detto...

Mi sa che la provero' anche io col pollo....mi avete convinta!!!! :-)

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails